WhatsApp, non fatelo assolutamente: rischiate di essere bannati

0

Sono diversi in modi per essere bannati su WhatsApp. Andiamo quindi a vedere i comportamenti da evitare assolutamente all’interno dell’applicazione. 

WhatsApp bannati
Cosa evitare sull’applicazione di messaggistica (via Screenshot)

Sono tantissimi gli utenti che si sono trovati bannati da WhatsApp in questi anni. Infatti l’applicazione di messaggistica non tollera diversi comportamenti, che portano all’esclusione definitiva. La piattaforma, infatti, ha diverse regole da seguire, che si sono andate a rafforzare negli anni, specialmente con l’aggiornamento dei nuovi termini di servizio. Andiamo quindi a vedere i tre comportamenti da evitare per essere bannati dall’applicazione.

POTREBBE INTERESSARTI >>> WindTre, la denuncia degli utenti su Twitter: cosa sta succedendo

  • ACCOUNT FALSO – Il primo dei comportamenti da evitare assolutamente è quello di creare un contatto falso. Infatti l’applicazione arriva al ban se create l’account spacciandovi per un’altra persona.
  • WHATSAPP PLUS E APP DI TERZI – Gli sviluppatori di Menlo Park non tollerano nemmeno l’uso di applicazioni da terzi. Infatti proprio negli ultimi giorni abbiamo visto come molti utenti hanno utilizzato WA Plus per fare il backup da iOS ad Android. Per rimediare l’applicazione ha così lanciato una nuova funzione interna.
  • VENIRE BLOCCATO DA MOLTI UTENTI – Il terzo ed ultimo comportamento da evitare è il blocco di diversi utenti. Infatti, automaticamente, l’applicazione vi eliminerà il profilo.

WhatsApp, non solo utenti bannati: arrivano i nuovi termini di servizio

WhatsApp minaccia
I nuovi termini di servizio dell’applicazione (via WebSource)

Manca sempre meno all’aggiornamento di WhatsApp, considerato da molti utenti un nuovo pericolo per la propria privacy. Infatti a partire dal prossimo 15 maggio, gli sviluppatori dell’applicazione messaggistica hanno annunciato l’obbligatorietà della condivisione dei dati con Facebook e Messanger. Una scelta che proprio non è andata giù a gran parte dell’utenza.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Netflix, arriva una comodissima funzione: utenti estasiati

Infatti non sono pochi gli utenti che hanno iniziato a trasferirsi sulle applicazioni rivali come Signal e Telegram. Proprio quest’ultima grazie alla sua sicurezza ha superato quota 500 milioni di download. Mentre invece Signal ha superato per la prima volta quota 25 milioni di download, ma non solo. L’app di messaggistica belga ha ricevuto l’endorsment non solo dell’Unione Europea ma anche di Elon Musk, numero uno di Tesla.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui