Pass vaccinale, Pregliasco a iNews24: “Dubbi del Garante Privacy? Una sciocchezza”

Il professore Fabrizio Pregliasco, virologo e docente dell'Università di Milano, ai nostri microfoni sulla questione delle secondi dosi di Astrazeneca agli under 60 che già hanno ricevuto la prima e sul pass vaccinale europeo.

0

Il professore Fabrizio Pregliasco, virologo e docente dell’Università di Milano, ai nostri microfoni sulla questione delle secondi dosi di Astrazeneca agli under 60 che già hanno ricevuto la prima e sul pass vaccinale europeo.

LEGGI ANCHE: Covid-19, bollettino 30 aprile: 13.446 contagi e 263 morti

Professore, è d’accordo a somministrare le seconde dosi di Astrazeneca a chi ha già ricevuto la prima, anche se l’Ema ha consigliato l’uso solo agli over 60?
Ad oggi credo che non ci sia la necessità di modifiche alle schedule. Uno studio su 600mila seconde dosi non ha dato alcuna evidenza di trombosi nella seconda dose. Non c’è quindi un rischio aggiuntivo o superiore, almeno secondo questo studio che ci ha coinvolti. Quindi allo stato attuale credo che sia importante, in termini di rischio-beneficio, rafforzare la risposta immunitaria. Ritengo che ad oggi, vista la situazione epidemiologica, si debba procedere con le seconde dosi”;

In campo ci sono anche altre ipotesi. Un’altra è la possibilità di rinviare la seconda dose, in attesa di avere altri dati o anche utilizzare un vaccino diverso.
Sono in corso degli studi e credo che sia necessario ancora del tempo per valutare ad esempio, l’efficacia di un tipo misto di vaccini. Si tratta di effettuare delle verifiche. Ad oggi, data l’esigenza epidemiologica, penso che sia meglio seguire lo schema. Poi si valuterà nella seconda fase”;

Covid-19 pregliasco
Fonte: Facebook

Cosa pensa dell’ipotesi di abbandonare la seconda dose e poi valutare successivamente cosa fare?
Si rallenterebbe la campagna vaccinale e adesso, data la situazione, sarebbe inopportuno”;

Il Garante Privacy ha espresso alcune perplessità sulla norma del Governo che riguarda il pass vaccinale. Cosa pensa a riguardo?
Mi sembra una sciocchezza. Quella del Garante è una disquisizione eccessiva. Basta costruire la norma secondo le disposizioni, ma il pass vaccinale è un aspetto assolutamente vantaggioso e utile. Per cui spero che vengano superate queste problematiche, perché l’interesse della sanità pubblica è fondamentale e il pass vaccinale serve a velocizzare l’accettazione delle vaccinazioni e il movimento delle persone. Quest’ultimo aspetto è di interesse fondamentale”;

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Grazia Severino caduta nel vuoto: gli inquirenti non escludono la pista del suicidio

La variante indiana preoccupa tutta Italia. Il ministro della Salute ha vietato gli ingressi da India, Bangladesh e Sri Lanka, in provincia Latina è scattata la zona rossa dopo 80 contagi nella comunità Sikh e oggi a Fiumicino è stato annullato per ragioni di sicurezza Covid, un volo proveniente da uno scalo dall’India. Due giorni fa, un altro volo proveniente da New Delhi è atterrato a Fiumicino con 23 positivi.
Secondo uno studio israeliano, il vaccino Pfizer è efficace sulla variante indiana, seppur con una riduzione di efficacia. Questa è una buona notizia Il dato su una maggiore contagiosità non è ancora confermato. Ma quello che sta succedendo in India dipende dalla cattiva gestione dal punto di vista istituzionale della pandemia”;

Il target delle 500mila dosi di vaccini promesse dal generale Figliuolo è stato raggiunto. Questa è una buona notizia per l’andamento della campagna vaccinale.
Questo ci dà un grande slancio. Adesso abbiamo due cose a favore e una contro. Le due cose a favore sono la velocità della vaccinazione e le condizioni climatiche che prossimamente ci aiuteranno e l’abbiamo imparato l’anno scorso, quando il caldo ha ridotto i contagi. Ma abbiamo contro le aperture delle attività che potrebbero farci pagare un prezzo in termini di rialzo dei casi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui