M5S, la rivoluzione di Giuseppe Conte: vicino l’addio a Rousseau

0

Giuseppe Conte è pronto a rivoluzionare il M5S. L’ex premier scenderà in politica con i pentastellati, dando una nuova pelle al MoVimento. 

M5S Conte
L’ex premier pronto a rivoluzionare il Movimento (Foto: Getty Images)

Giuseppe Conte torna in politica schierandosi con il M5S. Dopo l’esperienza da Presidente del Consiglio, il giurista è pronto a dare una seconda vita al MoVimento 5 Stelle che sta vivendo una continua flessione, messa in risalto dai sondaggi politici. Come prima mossa, l’ex premier ha deciso di dire addio alla piattaforma Rousseau. L’annuncio è arrivato al termine dell’assemblea notturna con i capi-commissione del movimento.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Campagna vaccinale, ad oggi immunizzato meno del 10% della popolazione

Durante l’assemblea, Conte ha espresso la volontà di utilizzare un nuovo strumento per votare la carta dei valori e il nuovo statuto. Il giurista è pronto anche a discutere sul ‘doppio mandato‘, con un confronto chiaro con gli altri esponenti. Sono tantissimi i temi discussi da Conte che ha trovato del tempo per lodare anche l’operato del M5S. Andiamo a vedere quali sono gli obiettivi prefissati dall’ex Presidente del Consiglio durante l’assemblea notturna.

M5S, Conte lancia la sfida: “Dobbiamo vincere le elezioni”

M5S Conte
Le parole dell’esponente pentastellato (Getty Images)

Sono tanti gli obiettivi di Giuseppe Conte, oramai diventato il nuovo volto del MoVimento. Tra questi troviamo addirittura la vittoria delle elezioni. L’obiettivo è a dir poco ambizioso, visto che negli ultimi mesi il M5S è stato scavalcato anche da FdI nei sondaggi. Conte ha anche proposto all’assemblea di parlare ad un elettorato moderato, andando a tappare i buchi lasciati dal Partito Democratico.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, la Pfizer annuncia: “Presto pronto il vaccino per 12-15 di età”

Il tutto dovrà avvenire conservando la vocazione popolare e trasversale che ha contraddistinto il MoVimento in questi anni. Quindi i penta stellati cercheranno di rivolgersi anche a piccole imprese, partite Iva, autonomi e piccoli commercianti. Inoltre il dialogo con Pd e Leu non cesserà, con Conte che ha espresso la volontà di non essere schiacciato dall’attuale sinistra. Con l’ex premier alla guida, il MoVimento prova a rinascere con l’intenzione restare distante dai valori dei partiti tradizionali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui