Israele, tragedia ad un raduno religioso: ci sono almeno 40 morti

0

Israele, tragedia ad un raduno religioso: ci sono almeno 40 morti. La calca della folla ha causato anche circa 60 feriti sul monte Meron, in Galilea

Tragedia Israele
Israele, tragedia ad un raduno religioso: ci sono almeno 40 morti (foto: Getty)

Una tragedia scuote Israele. Almeno 44 persone sono morte mentre partecipavano ad un raduno religioso sul Monte Meron, in Galilea. Le riaperture dopo la campagna di vaccinazione per il Covid hanno portato ad un assembramento massiccio, con una grande partecipazione popolare alla cerimonia. Il primo ministro Benjamin Netanyahu lo ha subito definito come un “grave disastro“.

L’incidente si è verificato quando decine di migliaia di ebrei ortodossi si sono affollati alla tomba del rabbino Shim Bar Yochai, per la commemorazione annuale del Lag B’Omer. Il rito prevede preghiere notturne, canti mistici e danze ed è solitamente frequentato da moltissimi fedeli.

Testimoni hanno raccontato che la causa scaturente è da ricercare nella calca che si è venuta a creare sul pendio del Monte Meron. Le vittime sono finite per essere schiacciate e asfissiate e nemmeno l’intervento delle forze dell’ordine e dei soccorsi ha potuto salvarle. Nonostante le raccomandazioni e gli avvertimenti in periodo Covid (alcune restrizioni erano ancora in atto), gli ebrei ortodossi presenti erano diverse migliaia.

LEGGI ANCHE >>> Venezuela, otto soldati uccisi al confine con la Colombia: la situazione

LEGGI ANCHE >>> Covid, infermiere Germania: “Terapie intensiva al limite, sono piene”

Israele, tragedia ad un raduno religioso: bilancio di 44 morti e almeno 60 feriti gravi

Morti e feriti Israele
Israele, tragedia ad un raduno religioso: ci sono almeno 40 morti (Foto: Getty)

Gli elicotteri hanno trasportato tutti i circa 60 feriti verso gli ospedali e le forze armate si stanno adoperando per recuperare i cadaveri delle 44 vittime. Secondo quanto riportato da alcuni medici, in totale almeno 103 persone avrebbero subito dei danni fisici, in quella che è stata definita come una fuga precipitosa.

Alcuni video pubblicati sui social media hanno mostrato scene caotiche in cui uomini ultraortodossi si arrampicavano su alcune impalcature presenti per evitare la calca.

Un portavoce della polizia ha detto che la capacità complessiva nel sito del Monte Meron era simile a quella degli anni precedenti, ma che questa volta le aree dei falò sono state divise come precauzione per il Covid. Ciò potrebbe aver creato un imbottigliamento inaspettato nel traffico pedonale, alla base della tragedia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui