Covid, infermiere Germania: “Terapie intensiva al limite, sono piene”

0

Covid, in Germania terapie intensive al collasso: lo ha denunciato l’infermiere Ricardo Lange in conferenza stampa

covid germania
Covid, in Germania le terapie intensive sono al collasso: la testimonianza di un infermiere (Foto: Getty)

Preoccupa la situazione terapie intensive in Germania. Intervenuto in conferenza stampa, con la presenza del ministro della Sanità Kens Spahn e del presidente del Robert Koch Institut, l’infermiere Ricardo Lange ha voluto lanciare l’allarme. Stando alle sue parole, nelle piccole stazioni ci sono esclusivamente 2-3 letti di terapia intensiva e sono pieni.

Nelle stazioni grandi, dove si possono contare una trentina di posti letto, oltre la metà sono occupati da pazienti positivi al Covid” le parole riportate dall’Ansa: “Sono molti mesi che stiamo lavorando al limite. Sempre più colleghi stanno decidendo di lasciare il lavoro, anche per l’imponente carico emotivo e psicologico dovuto alla pandemia“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, la Pfizer annuncia: “Presto pronto il vaccino per 12-15 di età”

Covid, infermiere Germania: “Gravi conseguenze psicologiche”

Covid Terapie intensive
La sua testimonianza in conferenza stampa (Foto: Getty)

Una spiacevole situazione che sta vivendo l’intera sanità mondiale quella legata al Covid. Le conseguenze a livello psicologico sono evidenti, e stanno spingendo diversi medici ad abbandonare tutto. Ne ha parlato un infermiere in Germania, intervenuto per raccontare la sua testimonianza in conferenza stampa. “Il nostro lavoro ha sempre a che fare con pazienti che muoiono, ma quelli malati di Covid lo fanno in un altro modo” ha spiegato, aggiungendo poi: “Sono persone sole, che non possono vedere le loro famiglie fino all’ultimo e non possono essere accompagnate prima di morire“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid, Fedriga: “Sistema a colori? È utile, ma da rimodulare”

Quando i pazienti muoiono, siamo noi a dover mettere i loro corpi in grandi sacchi neri di plastica. Questa cosa lascia i segni anche su di noi” ha poi concluso l’infermiere di terapia intensiva Ricardo Lange.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui