Campagna vaccinale, ad oggi immunizzato meno del 10% della popolazione

La campagna vaccinale procede, ma non ancora al ritmo voluto e annunciato dal governo. Somministrate circa l’84% delle dosi consegnate. Di questo passo per l’immunità di gregge dovremo attendere fino alla fine di ottobre 2021. Ecco i dati del Ministero della Salute e della Struttura commissariale, aggiornati ad oggi 29 aprile 2021

0
Piano vaccini
Vaccino Covid, Draghi punta in alto: da Pasqua 500mila dosi al giorno (foto: Getty)

ll dato nazionale in riferimento alla campagna vaccinale, aggiornato ad oggi 29 aprile 2021, indica che sono state consegnate 22.410.560 fiale di vaccino, di cui ne sono state somministrate 18.886.925, ovvero l’84,2% delle dosi totali a disposizione.

Tra i fornitori, Pfizer BioNtech ha consegnato finora 15.612.480 di fiale, Moderna quasi altri due milioni (1.955.700), AstraZeneca 4.662.580 (a fronte dei 5,35 milioni che avrebbe dovuto già consegnare entro la fine di marzo), mentre Johnson e Johnson, che ha iniziato da poco la distribuzione, ha consegnato appena 179.800 dosi.

L’approvvigionamento e la distribuzione regionale

Vaccinazioni Usa
Milano vaccini (Getty)

L’approvvigionamento del piano vaccinale nazionale italiano prevede entro la fine di giugno 2021, una disponibilità di 52,4 milioni di fiale. Ai 35,6 milioni di dosi che saranno forniti da AstraZeneca (10 milioni), Pfizer (21,4 milioni) e Moderna (4,2 milioni), si aggiungeranno anche ulteriori 7,3 milioni di vaccini Janssen, prodotti da Johnson&Johnson, e altre 7,3 milioni dell’azienda farmaceutica olandese Curevac.

Delle persone vaccinate fino ad oggi, 13.354.957 hanno ricevuto la prima dose (il 22,17% della popolazione), mentre sono 5.531.968 quelli che hanno già effettuato anche il secondo richiamo e che sono quindi effettivamente immunizzate (9,18% sul totale nazionale)

Analizzando i dati relativi alle somministrazioni rispetto alle dosi effettivamente consegnate, si continuano a segnalare alcune differenze dal punto di vista regionale. Se da una parte, Emilia Romagna, Liguria, Umbria e Marche hanno infatti somministrato gran parte delle dosi che sono state consegnate (tra 87,1% e 88,6%), la Sicilia e la Calabria invece sono le uniche due regioni che si attestano sotto l’80%, rispettivamente con il 78,5% e 77%.

Somministrazione per fasce d’età

Lombardia anti influenzale
vaccini Italia (Foto: Getty)

Il dato nazionale relativo alle somministrazioni suddivise per fasce d’età, ci dice come la categoria più interessata sia ovviamente quella degli Over 80 a cui sono state inoculate ad oggi 5.384.427 di fiale, di cui l’86,2% con una dose e il 63,3% già vaccinato; una percentuale simile a quella degli ultranovantenni (1.197.526 somministrazioni, di cui 88% con una dose e il 63% immunizzato)

Sono 3.815.680 le vaccinazioni che hanno interessato gli over70, di cui oltre la metà (il 55,8%) con una dose e l’8,1% che invece ha già effettuato anche il secondo richiamo. Segue la fascia che va tra i 60 e i 69 anni, con 2.558.960 somministrazioni (27,4% prima dose e 7,3% immunizzato), gli ultracinquantenni con 2.254.740 (17% una dose e 6,9% già vaccinati) e gli over 40 con 1.644.573 iniezioni (13,1% e  5,3%)

Analizzando invece la suddivisione delle categorie generiche interessate alla vaccinazione, troviamo ancora al primo posto gli over80 che corrispondono al 31,6% del totale. Seguono gli operatori sanitari e sociosanitari con 3.213.418 somministrazioni, pari al 17,1%, e la fascia tra i 70 e i 79 anni con 2.740.827 somministrazioni, che si attesta sul 14, 5%, stessa percentuale della categoria dei Caregiver e dei soggetti fragili. Il personale scolastico ha invece ricevuto poco più del 6% delle iniezioni( 1.155.495), mentre la fascia tra i 60 e i 69 anni e il personale non sanitario impiegato in strutture sanitarie e in attività lavorativa a rischio, si attestano entrambi con il 4,6%. Chiudono la lista gli ospiti delle strutture residenziali con 647.560 somministrazioni e le forze armate con 319.753 , pari all’1,6% del totale.

I dati di ieri e la corsa verso l’immunità di gregge

Test vaccini Coronavirus
Italia, i test per i vaccini vanno avanti (Getty)

Ieri, l’ultimo dato relativo alle vaccinazioni, ha registrato 376.222 somministrazioni in 24 ore, di cui 252.376 con prima dose e 123.436 con la seconda. Al momento il record è stato segnato nella giornata di mercoledì 23 aprile, quando i vaccini somministrati sono stati 397.633.

Il premier Draghi e il Commissario straordinario all’Emergenza, il Generale Figliuolo, avevano fissato come obiettivo quello di arrivare entro fine aprile a quota 500mila vaccinazioni al giorno. Fallito anche il target intermedio delle 430mila somministrazioni nella settimana tra il 22 e il 29 aprile. Di questo passo, come scrive il Sole 24, ci vorranno ancora 6 mesi per poter immunizzare il 70% della popolazione, raggiungendo l’immunità di gregge non prima del 27 ottobre 2021

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui