Zlatan Ibrahimovic, feroci critiche a lui e sua moglie: “Assassini”

0

Zlatan Ibrahimovic e sua moglie sono finiti al centro della bufera con gli animalisti che si sono scagliati contro loro due

ibrahimovic fifa

Zlatan Ibrahimovic è finito nuovamente al centro delle critiche da parte degli animalisti e con lui anche sua moglie, Helena Seger. Dopo uno striscione appeso fuori allo stadio Giuseppe Meazza, il movimento Centoxcentoanimalisti ha rilasciato una pesante nota contro il calciatore: “Noi abbiamo sempre sostenuto che le cattive azioni si rivoltano contro. Andare a caccia e uccidere animali indifesi, tanto per fare un esempio. Riteniamo Zlatan Ibrahimovic, come tutti i cacciatori, una persona negativa. Tutti ormai sanno l’utilizzo di parte dei suoi guadagni: va in giro ad ammazzare animali, insieme a sua moglie. Questo già basterebbe. Di recente è emersa la sua ennesima prodezza. Ha assassinato vilmente un leone”. Nel comunicato si fa riferimento anche all’inchiesta del quotidiano svedese Expressen, dove si rivela che Ibrahimovic avrebbe ucciso un leone nel 2011 in Sudafrica.

LEGGI ANCHE—> Calciomercato Juventus, bomba pazzesca: dimissioni di Pirlo!

Zlatan Ibrahimovic non risponde alle accuse: gli animalisti insorgono

Sanremo 2021 Ibrahimovic

Ibrahimovic non ha ancora mai risposto alle accuse, mentre gli animalisti non si sono soffermati ad esprimere il proprio dissenso. Nella nota di Centoxcentoanimalisti si legge: “Quest’anno la sua squadra (Milan, ndr) va piuttosto male. Forse fallisce anche la qualificazione in Champions League. E’ anche sotto inchiesta per aver violato le regole Fifa in merito alle scommesse”.

LEGGI ANCHE—> Coprifuoco, Gelmini: “Pronti a modificare le regole, ecco come”

Insomma, l’associazione non ci va piano ‘sbeffeggiandolo’ quasi. Non è però è finita qui, perché nelle battute conclusive scrivono: “Sicuramente un individuo da portare come esempio. Ma nella sua immensa presunzione, pensa di poter fare quello che vuole”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui