Bonus per le famiglie, tutti quelli che possono essere richiesti

0

Sono diversi i bonus economici erogati dall’Inps che le famiglie possono richiedere quest’anno: la lista completa

Bonus famiglie
Bonus famiglie (Pixabay)

L’epidemia da Covid-19 ha duramente colpito le famiglie italiane, in primis quelle che hanno uno o più figli. Diversi sono però i bonus Inps che si possono richiedere, ma tocca ovviamente rispettare determinati requisiti.

Il bonus nido, destinato a supportare il pagamento delle rete degli asili, viene erogato dall’Inps alle famiglie con figli fino a 3 anni. L’incentivo è del valore massimo di 3000 euro.
C’è poi il bonus bebè che garantisce un incentivo a coloro che hanno avuto o adottato un bambino tra l’1 gennaio ed il 31 dicembre del 2021.

Per le famiglie con un reddito non eccedente i 7.000 euro, si riconosce un assegno di 160 euro mensili. Chi ha un Isee non oltre i 40.000 euro, riceverà un bonus di 120 euro al mese. Con Isee al di sopra di tale soglia, l’incentivo sarà di 80 euro al mese. Con la nascita o l’adozione di un secondo figlio, il bonus subisce un incremento del 20%.

Bonus mamma domani, conosciuto anche come premio alla nascita, è destinato alle madri al settimo mese di gravidanza. Si tratta di una quota secca da 800 euro una tantum.

LEGGI ANCHE—> Cartelle esattoriali, nuova rateizzazione: i dettagli sul funzionamento

Bonus per le famiglie, arriva l’assegno unico

decontribuzione sud

Per le famiglie è in arrivo anche l’assegno unico. Si tratta di un incentivo economico, erogato sempre dall’Inps, che riguarda i nuclei familiari in cui vi sono alcune categorie di lavoratori. Il contributo, pur essendo a carico dell’Istituto Nazionale di Previdenza, è concesso in busta paga dal datore di lavoro.

LEGGI ANCHE—> Pensioni maggio 2021, calendario dei pagamenti: tutti i dettagli

L’importo viene calcolato in base al nucleo familiare, tenendo conto del numero di componenti e del reddito. I nuclei monoparentali o con componenti disabili ricevono importi maggiori.

Gli importi saranno visibili sul sito dell’Inps dal 1° luglio 2021 al 30 giugno dell’anno prossimo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui