Calciomercato Milan, esonero Pioli: corsa a due per la panchina

0

Il futuro di Pioli è strettamente legato alla qualificazione in Champions League del Milan. In caso di disfatta due nomi in pole.

(Getty Images)

Il Milan ieri è caduto ai piedi della Lazio. Un super Correa mette in crisi i rossoneri privi di energia e motivazione. L’assenza di Zlatan Ibrahimovic si è fatta sentire così come i suoi gol. In attacco Mario Mandzukic è stato protagonista di una prestazione opaca così come del resto tutta la squadra scesa in campo all’Olimpico e in seguito alla sconfitta il Milan dal possibile secondo posto è scivolato in quinta posizione.

Il Milan non c’è più. Quella squadra rimasta in vetta, capolista, sino ai primi giorni del nuovo anno adesso dovrà lottare per conquistare un posto in Champions League che appare difficile da ottenere. Napoli, Lazio, Juventus e Atalanta le antagoniste e il calendario non è sicuramente a favore dei rossoneri. A meno di una rapida inversione di marcia, i piccoli diavoli andranno in Europa League senza Stefano Pioli.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Calciomercato Milan, è fatta per l’attaccante: annuncio ad un passo

Calciomercato Milan, esonero Pioli: corsa a due per la panchina

Luciano Spalletti
Calciomercato Milan, pronto Spalletti (Foto: Getty)

L’obiettivo principale del Milan, sin da inizio stagione era la qualificazione in Champions League che al momento sembra essere a forte rischio. L’Atalanta del Gasp è momentaneamente seconda mentre il terzo e quarto posto è occupato rispettivamente da Napoli e Juventus. I rossoneri così dal primo posto si sono ritrovati a rincorrere la quarta posizione.

Il lavoro di Stefano Pioli, sino a qui considerato eccezionale, d’un colpo potrebbe essere rivalutato in via Aldo Rossi. Troppi pareggi e sconfitte hanno portato il Milan in discesa e così la dirigenza potrebbe pensare di sostituirlo con Luciano Spalletti o Roberto Donadoni.

Entrambi i tecnici furono contattati da Paolo Maldini subito dopo l’esonero di Giampaolo. Donadoni rifiutò l’offerta mentre Spalletti, sotto contratto con l’Inter, non riuscì a trovare un accordo per rescindere con i nerazzurri. Adesso i due tecnici vogliono tornare ad allenare e così potrebbero accettare di farlo sulla panchina rossonera.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui