India, Paese più colpito dal Covid: Speranza blocca l’ingresso in Italia

0

Fuori controllo la diffusione del Covid-19 in India. Nella capitale muore una persona ogni quattro minuti: corpi bruciati in strada. Speranza firma una nuova ordinanza

India, Paese più colpito dal Covid
India, Paese più colpito dal Covid (Foto: Getty)

Il Covid-19 continua a colpire l’India dove la curva epidemiologica crescere inesorabilmente. Il Paese asiatico ha stabilito il quarto record negativo per il numero di contagiati. Come annunciato da Sky News, nelle ultime 24 ore i nuovi positivi al virus sono stati 349.691 (il numero totale dei contagiati è di 16,96 milioni di abitanti).

Preoccupa nel Paese anche il numero dei decessi. In un solo giorno si sono registrati 2.767 morti portando il numero totale delle vittime a 192.311. L’allarme ha subito raggiunto l’Italia dove il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato una nuova ordinanza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Covid, vaccinati e mascherine: l’opinione degli esperti

India, il Paese più colpito dal Covid-19: l’ordinanza di Roberto Speranza

India, Paese più colpito dal Covid
Ministro della Salute Roberto Speranza (Getty)

Assieme al Brasile, l’India è il Paese più colpito dal Covid-19. A preoccupare è anche il numero dei decessi: se ne registra uno ogni quattro minuti nella capitale New Delhi dove la situazione sembra essere ormai sfuggita di mano. I corpi ormai senza vita vengono bruciati in strada.

L’allarme ha subito raggiunto l’Italia, dove il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato una nuova ordinanza che vieta l’ingresso nel nostro Paese a chi negli ultimi 14 giorni è stato in India: “I residenti in Italia potranno rientrare con tampone in partenza e all’arrivo e con obbligo di quarantena. Chiunque sia stato in India negli ultimi 14 giorni e si trovi già nel nostro Paese è tenuto a sottoporsi a tampone contattando i dipartimenti di prevenzione”.

LEGGI QUESTO ARTICOLO>>> Zona gialla, cosa cambia dal 26 aprile: tutte le regole da seguire

Intanto gli scienziati stanno lavorando per studiare la nuova variante indiana: “Non possiamo abbassare la guardia. Venerdì è stato il giorno record per casi a livello mondiale con 893.000 positivi di cui 346.000 proprio in India”, ha concluso Speranza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui