Aggressione Brumotti, altro attacco: Fabrizio Moro si sfoga

0

L’aggressione di Vittorio Brumotti ha creato parecchio disappunto nel mondo dell’opinione pubblica, sul fatto è intervenuto anche Fabrizio Moro

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da VITTORIO BRUMOTTI 100%🇮🇹🇦🇪 (@brumottistar)

 Pochi giorni fa Vittorio Brumotti è stato vittima di un aggressione a Quarticciolo, una zona periferica di Roma, da un gruppo di pusher. Non è certamente la prima volta che accade al biker di Striscia La Notizia, ma questa volta c’è stata una mobilitazione particolare anche delle persone nel mondo dello spettacolo.

PER APPROFONDIRE > > > Brumotti, arriva attacco shock di Chef Rubio dopo l’aggressione: le sue parole

Prima Chef Rubio, poi il cantante Fabrizio Moro ha voluto condividere la propria esperienza nel quartiere dove per tre mesi ha girato il film “Ghiaccio”.

PER SAPERNE DI PIÙ > > > Fabrizio Moro, nuova esperienza lavorativa: addio alla musica?

Aggressione Brumotti, le parole di Fabrizio Moro

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fabrizio Moro (@fabriziomoropage)

Fabrizio Moro ha voluto raccontare l’altro lato della medaglia del quartiere Quarticciolo. Lo stesso cantante è nato e ha vissuto in un quartiere periferico di Roma, a San Basilio, lo stesso dell’amico e collega Ultimo. Sulla questione dell’aggressione a Vittorio Brumotti scrive: “Io e tutta la mia troupe […] abbiamo invaso i vicoli, le strade, i negozi, le case popolari con le nostre telecamere, per piu di un mese. Spesso abbiamo svegliato le persone la mattina alle cinque con il nostro casino e le nostre urla. […] Nessuno, NESSUNO, ci ha mai aggrediti”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Fabrizio Corona, drammatico appello: impossibile rimediare

Un lungo sfogo sul suo profilo Instagram in cui il cantante romano spiega: “Sarà che io in borgata ci sono nato e tanti atteggiamenti, sguardi, parole, reazioni, le so comprendere prima di chi non ci ha mai messo piede, mi viene naturale “portare rispetto”, a tutti. Nelle borgate, oltre al disagio, c’è anche tanta bellezza ma, per vederla bisogna saperci camminare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui