Vaccino Covid, in Cile AstraZeneca solo agli uomini: la decisione

0

Vaccino Covid, in Cile AstraZeneca solo agli uomini: la decisione presa dal governo dopo i risultati degli ultimi test sui possibili effetti collaterali

AstraZeneca solo agli uomini
Vaccino Covid, in Cile AstraZeneca solo agli uomini: la decisione (Foto: Getty)

Il tema principale riguardante il vaccino per il Covid è il possibile rischio per la salute dei pazienti e i famigerati effetti collaterali. I coaguli del sangue e le rare forme di trombosi hanno gettato ombre sia sull’AstraZeneca che sul Johnson&Johnson, nonostante le bassissime percentuali. I recenti test effettuati a livello internazionale hanno però confermato la correlazione e spinto i governi a prendere delle precauzioni. L’ultima decisione in tal senso arriva dal Cile. Vaxzevria è stato approvato per l’uso di emergenza già a gennaio per uomini sopra i 18 anni e donne sopra i 55 anni. Tuttavia verrà utilizzato solo per i primi visto che la maggior parte delle donne sopra i 55 anni sono già state vaccinate.

I responsabili del settore sanitario del paese sudamericano hanno confermato che gli ultimi test su AstraZeneca non hanno presentato controindicazioni. 2.200 persone hanno ricevuto il farmaco senza presentare problemi di coaguli nel sangue.

La dottoressa Maria Elena Santolaya, dell’Università del Cile che ha guidato la sperimentazione, ha detto che lo studio includeva persone di tutte le età, con il 20% di loro sopra i 60 anni.

In nessun gruppo di età, tra donne o uomini, abbiamo avuto coaguli di sangue di qualsiasi natura“.

LEGGI ANCHE >>> Vaccino Covid, la Colombia dà il via libera all’acquisto da privati: il piano

LEGGI ANCHE >>> Vaccino Covid, Figliuolo: “Attese oltre 15 milioni di dosi a maggio”

Vaccino Covid, in Cile AstraZeneca solo agli uomini: sarà somministrato ai maggiori di 18 anni

AstraZeneca
Vaccino Covid, AstraZeneca in Cile solo agli uomini (Foto: Getty)

Venerdì, il Cile ha ricevuto le prime 158.400 delle 800.000 dosi promesse consegnate attraverso il programma Covax, per la distribuzione dei vaccini a livello mondiale.

Altri 4 milioni di dosi di Vaxzevria acquistate attraverso un accordo bilaterale dovrebbero  arrivare da maggio.

Secondo quanto dichiarato da Ennio Vivaldi, rettore dell’Università del Cile, tutti i cittadini devono essere fiduciosi e sereni nel ricevere la cura di AstraZeneca.

“Tutti gli studi dimostrano che i rischi sono minimi rispetto al fattore di protezione di un vaccino”, ha sottolineato.

I risultati provvisori delle sperimentazioni sui vaccini di Oxford a 34.000 persone in Perù, Cile e Stati Uniti hanno dimostrato che era efficace al 76% contro il Covid asintomatico. Addirittura la percentuale sale al 100% contro la malattia a livelli critici ed efficace all’85% sui sintomatici superiori ai 65 anni.

La dottoressa Santolaya ha poi concluso dicendo: “I vaccini che abbiamo in Cile contro il coronavirus, Sinovac, Pfizer e ora AstraZeneca, proteggono in oltre l’80% dei casi da malattie gravi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui