Fabrizio Corona, arriva la conferma: quando finiranno i domiciliari?

0

Fabrizio Corona, arriva una conferma importante da parte del suo avvocato: quando finiranno i domiciliari per l’ex re dei paparazzi?

Fabrizio Corona
Fabrizio Corona, arriva la conferma sui domiciliari (Getty Images)

Non è quella libertà che invoca da tempo, ma è certamente un buon punto di partenza perché Fabrizio Corona da una settimana è tornato a casa per scontare i domiciliari. Una situazione rimediata in corsa, dopo il suo drammatico nuovo arresto che aveva comportato anche conseguenze fisiche pesanti.

E oggi il suo legale di fiducia, l’avvocato Ivano Chiesa, ha fatto il punto della situazione intervistato da Barbara D’Urso a ‘Pomeriggio 5’. Un vero punto di svolta, perché a casa Fabrizio Corona può curarsi e quei video in cui appariva di nuovo coperto di sangue sono solo un vecchio ricordo.

Chiesa ancora una volta ha ringraziato il tribunale per avere corretto in corsa un errore evidente e ha spento sul nascere ogni polemica. “Lui non è tornato a casa perché  privilegiato, famoso e nemmeno gentile concessione dei tribunale. Ma solo dopo che é stato riconosciuto l’errore commesso nei suoi confronti. Non finisce qui perché quello che è successo in questi 30 giorni non può essere dimenticato”.

Quanto dureranno ora i domiciliari per Corona? A fare chiarezza è sempre il legale. Dovrebbero terminare tra la fine del 2023 e le prime settimane del 2024. Ma adesso è fondamentale che il suo assistito psosa curarsi e tornare un uomo nuovo, come ha promesso da tempo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal)

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Fabrizio Corona, l’iniziativa è sorprendente: “Il mondo ne ha bisogno”

Fabrizio Corona è tornato a casa, le motivazioni del Tribunale di Sorveglianza per accogliere la richiesta

La svolta nel nuovo caso giudiziario che ha coinvolto Fabrizio Corona è arrivata una settimana fa. Un collegio del Tribunale di Sorveglianza di Milano diversi da quello che l’aveva riportato in carcere ha riconosciuto che non doveva andare così, accettando le richieste della difesa.

Fabrizio Corona, parla la madre angosciata
Fabrizio Corona (Instagram)

Una storia che va avanti da ottobre del 2015, quando Corona aveva ottenuto il primo affidamento terapeutico aprendo un nuovo capitolo della sua vita. Il provvedimento attuale è arrivato dopo il ricorso in Cassazione dei suoi avvocati che avevano chiesto una sospensione del provvedimento. A supporto, avevano indicato la necessità per Corona di proseguire le cure psichiatriche fuori dal carcere.

Il Tribunale di Sorveglianza ha evidenziato come non sia stata valutata correttamente la richiesta della difesa di una perizia sulla compatibilità di Corona con la detenzione in carcere. E  le esigenze di tutela della salute devono sempre prevalere nella fase di esecuzione della pena.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui