Cashback, cambiamenti in vista: pronte 2 grosse novità

0

Cashback, è rivoluzione: arrivano due super novità che lasciano di stucco tutti gli utenti. Ecco di cosa si tratta 

Foto Pixabay

Restyling in arrivo per il Cashback di Stato. L’iniziativa governativa, votata alla spinta della moneta digitale così da fermare in parte l’evasione fiscale, ha trovato ampi consensi ma anche non pochi problemi nella sua totale struttura. Nata col migliore degli intenti, il concorso ha infatti finito col mostrare una serie di falle e favorire indirettamente una serie di italiani oggi noti come “furbetti”. Questi, infatti, hanno abusato oltremodo del regolamento per aggirare il sistema e ottenere tutti i vantaggi del caso. Anche quelli non previsti dal Ministero dell’Economia che ha studiato l’ampio piano.

Leggi anche —-> Supercashback, chi vince in caso di parità di transazioni?

Cashback, due grosse novità in arrivo? 

cashback
Cashback, un’analisi ha mostrato dati più che soddisfacenti (Pixabay)

Come si dice del resto: fatta la legge, trovato l’inganno. Così in tantissimi si sono sbizzarriti oltre ogni confine etico solo per potersi assicurare il premio economico in palio. Più che il cashback in sé, il quale prevede un rimborso di 150€ a semestre una volta raggiunte 50 operazioni, è stato il supercashback a far scatenare la fantasia negativa. Questo, infatti, elargisce una cifra molto più ampia di 1.500 euro riconosciuta ai primi 100.000 utenti che avranno ottenuto il più alto numero di tr22ansazioni in assoluto, non fermandosi dunque alle sole 50 citate.

Potrebbe interessarti anche —-> Cashback, nuova opzione: ora spunta un rimborso di 700€

Risultato? Distributori di carburante presi d’assalto di notte per pieni a suon di centesimi e altre micro-transazioni accumulate nei negozi vari, per la furia dei commercianti esasperati da certi atteggiamenti. Tutto questo comporterà a una mini rivoluzione del cashback, il quale continuerà ma con nuove regole per inibire proprio tutti questi personaggi che hanno ‘inquinato’ il programma.

Le modifiche – da quel che filtra – potrebbero essere due. La prima: l’inserimento di una soglia minima economica attualmente non prevista. Così facendo, infatti, non sarebbe possibile far pieni di benzina a 50 centesimi alla volta per esempio. Una situazione che di conseguenza eliminerebbe anche in generale le micro transazioni. L’altro intervento potrebbe essere un “timer” per negozio, ovvero un limite di acquisti massimo in una stessa attività nell’arco di 24 ore. Staremo a vedere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui