Superlega, svolta clamorosa: l’annuncio che fa tremare i tifosi

0

Superlega, svolta clamorosa: arriva l’annuncio che fa tremare i tifosi, tra poche ore conosceremo la verità sul progetto

Andrea Agnelli
Superlega, Andrea Agnelli  (Getty Images)

Alla fine tra la Uefa e i club secessionisti vinceranno i tifosi: è questa l’aria che tira nelle ultime ore che potrebbero segnare la fine del progetto Superlega ancora prima della sua nascita. Decisiva sarà la riunione programmata tra i 12 club poco prima della mezzanotte di oggi, ma sul progetto tira aria pesantissima.

La pressione dei tifosi inglesi e del governo Johnson, ognuno nel suo ruolo attivissimi fin da subito per far fallire il nuovo torneo, stanno avendo la meglio. Secondo Bbc e Itv il Chelsea è già pronto ad abbandonare tanto che il club avrebbe già i documenti pronti. Un successo dei tifosi ‘blues’ che hanno bloccato il bus della squadra, pronta a giocare questa sera con il Brighton, costringendo l’ex portiere Peter Cech, oggi dirigente, a mediare con loro per farli passare.

Peter Cech parla con i tifosi del Chelesa (Getty Images)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Superlega, Agnelli e Marotta nel mirino: durissimo attacco

Analoga decisione sta per essere presa dal Manchester City, mentre voci per ora non confermate parlano delle dimissioni di Ed Woodward, presidente del Manchester United e braccio destro della proprietà americana. Grossi dubbi anche in casa del Liverpool pesantemente contestato dai suoi tifosi, così come all’Atletico Madrid. E il presidente del Barcellona, Laporta, ha confermato che l’ingresso del club avverrà soltanto dopo l’approvazione da parte dei soci.

Manchester City mercato Guardiola Juventus
Pep Guardiola (Getty Images)

E oggi  Pep Guardiola ha detto chiaramente come la pensa: “Quando non esiste relazione tra l’impegno e il risultato, non è più sport. L’Ajax ha vinto quattro o cinque Coppe dei Campioni e non c’è? Devono spiegarlo a tutti noi. Ma arrivati a questo punto, la Uefa ha fallito. Devono darci chiarimenti. Ognuno pensa a se stesso, anche la Uefa”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui