Morrone (Lega) a iNews24: “Rinvio a giudizio di Salvini, unicum nelle democrazie occidentali. Serve una riforma della giustizia”

Il deputato della Lega, Jacopo Morrone, esprime rammarico per il rinvio a giudizio dell’ex ministro Matteo Salvini: “La stagione italiana della lotta politica per via giudiziaria non ha ancora deposto le armi”. L’esponente leghista non risparmia una stoccata al segretario del Pd, che pochi giorni fa si era fatto fotografare indossando la felpa dell’ong catalana OpenArms: “Voleva imitare Salvini, ma non ha certo il ‘phisique du role’ del leader”

0
Jacopo Morrone (da Facebook)

Alla fine il senatore Matteo Salvini è stato rinviato a giudizio come richiesto dalla Procura di Palermo, ve l’aspettavate?

“Pensavamo prevalessero l’oggettività e l’obiettività. Non so in quale casella della giustizia si possa mettere il rinvio a giudizio di un ministro che ha fatto il proprio dovere e ha rispettato le leggi con il pieno accordo del Governo di cui faceva parte. Credo che la giustizia italiana sia un unicum nel panorama delle democrazie occidentali e che serva con urgenza una profonda riforma”

Ritenete si sia trattato di una scelta politica?

“Credo che chiunque ragioni senza pregiudizi e in chiave non ideologica non possa che constatare che la stagione italiana della lotta politica per via giudiziaria non ha ancora deposto le armi.  E’ un dato molto grave, soprattutto dopo il ‘caso Palamara’. Si tratta di una fase durata troppo a lungo di intrecci fra politica, poteri e giustizia, che ha nei fatti condizionato, e non in positivo, la storia del nostro Paese negli ultimi decenni. Certo, il gioco è ormai scoperto, ma non possiamo non notare ancora troppe reticenze, silenzi e resistenze. Sono evidenti, purtroppo, i lasciti negativi di questa stagione non solo per la credibilità della nostra giustizia, nonostante le capacità indiscusse di tanti magistrati, ma anche per certa politica di sistema e di apparato e per le Istituzioni in generale, a cui gli italiani si rivolgono con sempre minore fiducia. Questioni reali che dovrebbero indurre a serie riflessioni”

I rapporti con le altre forze di governo

open arms salvini
Open Arms, Matteo Salvini rinviato a giudizio( Getty Images)

Temete ripercussioni nei rapporti con gli altri partiti di governo?

“La Lega guarda avanti, il Paese ha bisogno di un grande cambiamento e di correre. Di certo noi siamo la forza propulsiva. Credo che questo Governo senza la Lega sarebbe senza futuro

Pochi giorni fa il segretario del PD, Enrico Letta, si era fatto fotografare con la felpa di Open Arms. Non è stato un messaggio proprio amichevole nei vostri confronti…

“Diciamo che non è sfuggita la ‘felpina’ indossata da Letta che ha tentato malamente di copiare Salvini. La grande differenza è credere in quello che si fa, come Salvini, o recitare una parte, come Letta che non ha certo il ‘phisique du role’ del leader. Non me ne abbia il segretario PD, ma quella foto era davvero un po’ ridicola e strumentale. Sarebbe più credibile e attendibile un segretario Pd che avesse come priorità la tutela del nostro paese e degli italiani, una seria politica migratoria e che chiedesse trasparenza e verifiche sul ruolo di alcune organizzazioni che solcano il Mediterraneo”

La mozione di sfiducia al ministro Speranza

Vaccini Speranza
Roberto Speranza (via Screenshot)

Tornando ai temi della politica, la mozione di sfiducia di Fd’I al ministro Speranza sembra non aver trovato sponde nemmeno tra gli alleati di centrodestra. Perché preferite una commissione d’inchiesta?

“La mozione di sfiducia potrebbe ottenere l’effetto contrario, ovvero rafforzare il ministro Speranza. Capiamo la ratio del documento di Fd’I, ma bisogna più che mai ragionare in modo pragmatico e in termini di risultati. Una Commissione d’inchiesta sulla gestione della pandemia potrebbe fare luce nella massima trasparenza sulle responsabilità comprese quelle del ministro della Salute”

 Tra l’altro, i numeri in parlamento per portare avanti la mozione sembrerebbero non esserci… non è che, più che un attacco al ministro Speranza,  Fd’I sta cercando di mettere alle strette voi della Lega?

“Fd’I legittimamente porta avanti le proprie istanze, tuttavia si deve anche ragionare in termini di risultati. Bisogna vedere quale sia il risultato che interessa a Fd’I. A noi preme che sia fatta luce su come il governo giallorosso ha gestito la pandemia fin dall’inizio e in tutte le fasi. E prevedo non sarà cosa facile viste le mancanze che sono sotto gli occhi di tutti e che stiamo ancora pagando e le responsabilità politiche”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui