Covid, ristoratori manifestano sull’A1: “Riaprire per sempre, siamo stanchi”

0

Questa mattina una nuova protesta dei ristoratori di Tni Italia ha bloccato l’A1 all’uscita di Incisa in entrambe le direzioni: un manifestante è stato investito

Covid, ristoratori manifestano su l'A1
Protesta ristoratori (Facebook)

Sono riprese questa mattina le proteste dei ristoratori di Tni Italia che hanno bloccato l’A1 all’uscita di Incisa (Firenze) in entrambe le direzioni.

Il presidente di Tni, Pasquale Naccari, ha spiegato nel corso di una diretta Facebook che la gente è stanca di subire: “Ci sono imprenditori che vorrebbe riaprire e tornare a lavorare, rispettando i protocolli di autogrill e mense”.

VEDI ANCHE QUESTO>>> Guide turistiche contro le isole Covid Free: “Inutile se non si garantisce sicurezza ovunque”

I manifestanti chiedono di riaprire le proprie attività seguendo 10 punti

Protesta ristoratori
Protesta ristoratori (@GettyImages)

Sono almeno 10 i punti esposti dai manifestanti che chiedono all’unisono di poter riaprire una volta per tutte le proprie attività: ” Non vogliamo più il coprifuoco. Vogliamo riaprire il 25 aprile a pranzo e a cena con i posti a sedere sia dentro che fuori. Rifiutiamo il solo pagamento elettronico e vogliamo tavoli anche per frequentatori abituali e non solo per i congiunti. No al distanziamento di due metri e richiediamo i voucher emergenziali. Chiediamo l’esonero per la richiesta del Durc per tutto il periodo emergenziale e non vogliamo il pass vaccinale“. Sono questi alcuni dei 10 punti portanti avanti dai ristoratori.

Tanta disperazione nelle parole della categoria che questa mattina ha bloccato l’A1. Una decisione quella del governo con la riapertura dei locali con posti a sedere solo all’esterno, difficile da digerire, soprattutto per coloro che non hanno tale disponibilità nei propri locali.

POTREBBE INTERESSARTI QUESTO ARTICOLO>>> Le voci degli artigiani di San Gregorio Armeno: “Se continua così, troveremo i fast food al posto dei presepi”

Nel corso della protesta, un manifestante è stato anche investito da un’auto senza riportare però gravi conseguenze. Lo stesso Pasquale Naccari nella diretta Facebook ha voluto tranquillizzare tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui