Nasa, il ritorno sulla Luna sarà con Space X: il progetto con Elon Musk

0

Nasa, il ritorno sulla Luna sarà con Space X: il progetto con Elon Musk prevede la costruzione della prossima navicella da 2,9 miliardi di dollari

Musk Space X
Nasa, il ritorno sulla Luna sarà con Space X: il progetto con Elon Musk (Foto: Getty)

Le missioni sulla Luna sono state archiviate negli ultimi decenni dalla Nasa per svariati motivi. Dopo lo storico traguardo raggiunto nel luglio del 1969, altri tentativi furono operati dalla società spaziale americana, ma nessuno completamente a buon fine. I costi troppo elevati e i rischi per gli astronauti avevano soppresso i lanci verso il nostro satellite,  orientando gli sforzi verso altri pianeti. Marte è diventato nell’ultimo periodo la nuova frontiera e un possibile sbarco sulla “Terra Rossa” non appare più così impensabile. Nonostante ciò, ora si torna a parlare di Luna e di possibili viaggi da programmare nel prossimo futuro. L’impulso per riprendere il filo interrotto da tempo è arrivato da Elon Musk. L’imprenditore di origine sud-africana ha deciso di sposare il progetto spaziale per un ritorno sulla superficie lunare, con l’utilizzo dello SpaceX per trasportare gli astronauti.

LEGGI ANCHE >>> Usa, Biden tende la mano a Putin: “Vogliamo rapporti stabili con la Russia”

LEGGI ANCHE >>> Marte, il rover Perseverance è atterrato: le prime foto della NASA

Nasa, il ritorno sulla Luna sarà con Space X: contratto da 2,9 miliardi di dollari con Elon Musk

Nasa Space X
Nasa, il ritorno sulla Luna sarà con Space X: il progetto con Elon Musk (Foto: Getty)

Il piano attuale, noto come Artemis, prevede che gli astronauti siano lanciati attraverso il razzo Space Launch System (SLS) della Nasa e utilizzino poi lo Starship di SpaceX per effettuare la discesa finale sulla superficie satellitare.

Il contratto, del valore di 2,9 miliardi di dollari, porterà allo sviluppo di una versione aggiornata del razzo Starship. Il veicolo dall’aspetto futuristico è ancora in fase di prototipo, con test in corso presso una struttura del Texas. SpaceX ha battuto la proposte della società di Jeff Bezos Blue Origin, altro grande competitor sulla corsa spaziale.

Anche l’amministrazione Biden ha espresso il suo sostegno al programma. Il piano prevede di riuscire ad effettuare la missione prima del 2024, con un primo test da effettuare entro la fine del 2021 (senza equipaggio).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui