Bonus casalinghe 2021: a chi spetta e come presentare domanda

0

Bonus casalinghe 2021: istituito nel 2020 è ancora fermo ma presto potrebbe essere sbloccato. A chi spetta e come presentare domanda

(Pixabay)

Ci sono 3 milioni di euro fermi quasi da 9 mesi e che aspettano solo di essere destinati. Sono quelli destinati a coprire il cosiddetto Bonus Casalinghe 2021 che era stato varato dall’ultimo governo Conte con il Decreto Agosto e che ora dovrebbero essere sbloccati dall’esecutivo Draghi.

La svolta dovrebbe arrivare da un decreto attuativo ad opera del ministero per le Pari opportunità e la Famiglia, guidato da Elena Bonetti. Ma intanto è importante chiarire chi ne può avere diritto, a che cosa serve e come presentare la domanda per accedere al beneficio economico.

Il bonus in realtà è un Fondo destinato a coprire la formazione professionale delle casalinghe (e dei casalinghi). Lo scopo quindi è quello di garantire maggiori opportunità occupazionali e una scelta più consapevole, senza arrendersi per forza al concetto dei lavori di casa come unica alternativa. Chi lo vedrà riconosciuto quindi potrà frequentare  gratis corsi formazione per aumentare le  possibilità di un eventuale accesso nel mondo del lavoro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bonus assunzioni giovani 2021: a chi spettano gli incentivi?

Bonus Casalinghe 2021: come funziona il credito d’imposta e chi può presentare la domanda

Come possiamo leggere nel testo del decreto convertito è quindi destinato “a coloro che svolgono attività nell’ambito domestico. In via prioritaria delle donne, senza vincolo di subordinazione e a titolo gratuito, finalizzate alla cura delle persone e dell’ambiente domestico”.

(Pixabay)

Il Bonus Casalinghe 2021 sarà erogato sotto forma di credito di imposta da investire in corsi di formazione in particolare nel settore digitale. Mai come nell’ultimo anno l’attività lavorativa in smart working è diventata un’opportunità per alcuni, una necessità per altri. Per chi sta in casa tutto il giorno, quindi, una possibilità in più.

Per accedere occorrono due requisiti fondamentali: essere casalinghe disoccupate e anche essere cittadine italiane o straniere, in possesso di un regolare permesso di soggiorno. Non sono invece richiesti tetti massimi di Isee per fare richiesta del bonus. E a proposito della domanda: al momento non è ancora possibile presentarla, ma molto probabilmente dovrà essere inoltrata sul sito dell’INPS.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui