Covid, l’indice Rt cala a 0,85: i dati dell’ultimo monitoraggio settimanale

0

Covid, scende ancora l’indice Rt a livello nazionale. I dati aggiornati dell’ultimo monitoraggio settimanale dell’Iss

covid indice rt
Covid, indice Rt in calo: i numeri aggiornati sull’andamento della pandemia in Italia (via Getty Images)

Dati confortanti quelli resi noti dall’Istituto Superiore di Sanità e dal Ministero della Salute relativi al monitoraggio settimanale sull’andamento del Covid in Italia. Stando a quanto riferito in anteprima dall’Ansa, l’indice Rt a livello nazionale è calato ancora ed è oggi a soglia 0,85. La scorsa settimana era fermo a 0,92.

A livello generale del rischio, c’è stata un’ulteriore diminuzione a livello nazionale. Se la settimana scorsa erano 4 le regioni con un livello di rischio alto, ad oggi solamente la Calabria osserva ancora dati fortemente preoccupanti. La Campania dovrebbe passare dalla zona rossa a quella arancione, mentre Puglia, Sardegna e Valle D’Aosta rimarrebbero rosse. Ci sarà la consueta valutazione dei dati da parte della cabina di regia nel primo pomeriggio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Romano (Pd) a iNews24: “La Lega lunedì sta al governo e martedì all’opposizione. Infondati e irresponsabili gli attacchi a Speranza”

Covid, indice Rt a 0,85: terapie intensive al 39%

Terapie intensive Covid
Terapie intensive ancora occupate al 39% (Foto: Getty)

Sempre dando un occhio all’ultimo monitoraggio settimanale dell’Iss-Ministero della Salute, viene evidenziata ancora una volta la pressione sopra la soglia critica delle terapie intensive a livello nazionale. Si parla del 39%, anche se il numero dei ricoverati è sceso da 3743 a 3526. In aree medice, invece, il tasso di occupazione rimane al 41% ed è anch’esso in diminuzione, con i pazienti Covid passati da 29337 a 26952.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Vaccino Pfizer, l’Ad annuncia: “Servirà terza dose e richiamo annuale”

Positivi anche i numeri relativi all’incidenza settimanale a livello nazionale. Ad oggi, è pari a 160,5 casi ogni 100mila abitanti, contro i 210,8 della settimana scorsa. Si tratta di dati confortanti, ma ancora lontana dai livelli richiesti per un completo ripristino dell’identificazione e del tracciamento dei positivi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui