Supercashback, panico tra gli utenti: cosa sta succedendo

0

Supercashback, brutta sorpresa all’apertura dell’applicazione per molti utenti. Ecco cosa sta succedendo 

cashback
Cashback (Getty Images)

Brutta sorpresa per molti utenti iscritti al cashback e in pienissima corsa per il supercashback, ovvero la competizione che premia con 1.500€ i primi 100.000 utenti che avranno ottenuto il maggior numero di transazioni. Si segnalano infatti molti disservizi in queste ore, con molte operazioni non conteggiate o fatto con un ritardo importante.

Leggi anche —-> Cashback, nuova opzione: ora spunta un rimborso di 700€

Supercashback, le operazioni non stanno comparendo

cashback GOVERNO DRAGHI
Il futuro del piano è sempre più in bilico (Pixabay)

Ma nessuna paura: è tutto assolutamente regolare. Considerando la quantità titanica di dati da gestire, è semplicemente un rallentamento tecnico dovuto appunto al carico. Da escludere, quindi, cattivi pensieri o preoccupazioni: appena si assesterà il tutto – e per molti è già successo – compariranno regolarmente tutti gli acquisti effettuati.

Leggi anche —-> Cashback, clamoroso: potranno partecipare solo questi utenti?

Qualcuno ha ipotizzato anche i famosi controlli anti-furbetti in corso, screen che avrebbe di fatto congelato un attimo il programma interno, ma non ci sono riscontri a tal proposito. Anche se così fosse, il Ministero dell’Economia starebbe procedendo a fari spenti con l’obiettivo di indentificare e squalificare tutti coloro che hanno abusato oltremisura.

Quel che è certo è che le intenzioni ci sono tutte come è stato annunciato più volte, quindi non sarebbe nemmeno così troppo da escludere anche un tale scenario. In ogni caso, se invece così non fosse, almeno a quanto promesso dalle Istituzioni, i provvedimenti arriveranno comunque a stretto giro.

Per quanto riguarda quest’aspetto, saranno severamente puniti (si parla di esclusione perenne) tutti coloro che hanno preso d’assalto i distributori di carburante, che hanno collezionato micro-operazioni anche di centesimi o che hanno scalato la classifica attraverso pos di proprietà o altre scorrettezze simili. Per quanto riguarda invece l’attuale rallentamento di questi giorni, niente paura: problemi tecnici e nulla più. Soprattutto chi ha operato in totale trasparenza e lealtà, può dormire sonni tranquilli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui