Ibrahimovic, dalla Svezia sicuri: ha violato le regole FIFA, cosa rischia

0

Altra bomba lanciata dalla Svezia: Ibrahimovic avrebbe violato le regole FIFA e ora rischierebbe grosso. I dettagli

ibrahimovic fifa
Ibrahimovic avrebbe violato le regole della FIFA (Getty Images)

Non c’è pace per Zlatan Ibrahimovic. Dopo la squalifica a Parma e la visita ad un ristorante nonostante la zona rossa, dalla Svezia arriva un’altra bomba. Il giocatore sarebbe ancora titolare di alcune quote di una società di scommesse: la Bethard. Si tratterebbe di un’infrazione delle regole della FIFA. Stando a quanto riferisce il quotidiano svedese Aftonbladet, la federcalcio di Stoccolma era a conoscenza del problema già tre anni fa.

Nello specifico, pare che – attraverso la sua società Unknown AB – ad oggi l’11 rossonero detenga il 10% delle azioni della società di scommesse con sede a Malta. Si tratterebbe di una grave infrazione delle regole imposte dalla FIFA, scattata con la partecipazione alle qualificazioni Mondiali con la maglia della sua Nazionale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, bomber in arrivo: la carta è Demiral

Ibrahimovic viola le regole FIFA: rischia tre anni di squalifica

Zlatan Ibrahimovic
Rischia fino a tre anni di squalifica (Getty Images)

Una violazione in piena regola che, se venisse confermata, potrebbe portare a gravissime conseguenze: altri guai per Zlatan Ibrahimovic. Stando a quanto riferito dall’inchiesta del quotidiano svedese Aftonbladet, il bomber rossonero rischierebbe dai 100mila euro di multa ai tre anni di squalifica da tutte le competizioni sportive. Si tratterebbe ovviamente di un’ipotesi estrema e al momento molto complicata, ma che verrà verificata – insieme a tutto il resto del caso – nel corso delle prossime settimane.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Calciomercato Juventus, sprint per uno dei centravanti più forti al mondo!

Discorso diverso per le regole della UEFA invece, per la quale Ibra ha giocato in Europa League con la maglia del Milan. “Non ne abbiamo parlato con lui” ha dichiarato la federcalcio svedese, che ha poi sottolineato come i limiti e i divieti imposti dalla FIFA in questo senso siano ben poco comprensibili.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui