Vaccini, l’annuncio di Speranza: “Posticipati richiami per Pfizer e Moderna”

0

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, annuncia il posticipo per i richiami dei vaccini di Pfizer e Moderna: andiamo a vedere i nuovi tempi.

Vaccini Speranza
Le parole del Ministro della Salute (via Getty Images)

Torna a parlare sui vaccini il Ministro della Salute, Roberto Speranza che annuncia che entro giugno tutti gli Over 60 saranno vaccinati. Ma non solo, la vera novità sarà il richiamo dei vaccini di Pfizer/BionTech e Moderna, che passerà da 21 a 42 giorni dalla prima dose. Così facendo potranno essere somministrate più dosi giornaliere e recuperare così delle dosi. Inoltre, ben presto, le dosi di AstraZeneca disponibili a tarda sera potranno essere somministrate senza prenotazione.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Zona rossa e arancione, tutte le regole da seguire: cosa cambia oggi

Sulle riaperture Speranza non fa un passo indietro ed afferma che le zone gialle potranno tornare solamente a maggio, con un miglioramento della curva pandemica. Ma Speranza non perde tempo neanche per quanto riguarda le provocazioni provenienti da Matteo Salvini. Il ministro, infatti, ha ricordato come il leader della Lega sia al Governo, ma si comporta come se stesse all’opposizione. Inoltre Speranza ha ricorda di non voler vendere illusioni e con le riaperture fissate a maggio avremo maggiori libertà.

Vaccini in continua crescita, Speranza: “In arrivo prime dosi di Johnson & Johnson”

Vaccino Johnson & Johnson
Una delle dosi del vaccino di Johnson & Johnson (Foto: Getty)

Durante la sua ultima uscita il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha ricordato come il trend delle somministrazioni sia in continua crescita. Nell’ultima settimana, infatti, si è proceduto ad una media di 310mila vaccini al giorno e si può pensare ad una nuova accelerazione. Infatti in questo trimestre, Speranza annuncia l’arrivo di 50 milioni di dosi. Tra questi avremo anche l’arrivo di 7,3 milioni di dosi di Johnson & Johnson. Il siero statunitense è rivoluzionario e consentirà di immunizzare con una sola dose, dando così una mano alla campagna vaccinale. Inoltre, solamente ad aprile, arriveranno 4-500mila dosi di J&J.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Ristoranti, bar, cinema e palestre: quando e come potrebbero riaprire

Per AstraZeneca si procederà con l’immunizzazione degli Over 60, con la priorità che sarà completare la vaccinazione agli Over 80 e 70. Inoltre continua la collaborazione con le Regioni, che grazie alla campagna vaccinale abbiamo potuto notare come il 95% delle vittime abbia più di 60 anni. Così l’Italia si prepara ad accelerare nuovamente la campagna di vaccinazione e solamente con il raggiungimento delle 500mila somministrazioni giornaliere, si potrà seriamente pensare a delle riaperture. Il paragone di Speranza è proprio quello con Germania e Francia, attualmente in lockdown proprio a causa delle riaperture premature.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui