Cashback, annuncio choc in arrivo: cambia tutto

0

Cashback, possibile terremoto in arrivo in Italia. E’ atteso infatti un annuncio che stravolgerà il concorso 

cashback
Cashback (Getty Images)

Continua la corsa sfrenata al cashback e al supercashback, con altri due mesi e mezzo all’orizzonte per sperare in un rimborso di 150€ o nell’altro ancor più corposo di 1.500. Proprio a tal proposito, tuttavia, c’è chi a questo punto si pone una grossa domanda: che fine faranno i furbetti di cui si è parlato tanto qualche settimana fa? Dal Ministero dell’Economia è sempre filtrata la stessa versione: dopo i controlli avviati da PagoPa e dalla Guardia di Finanza, saranno tutti pesantemente penalizzati con una squalifica categorica dalla competizione.

Leggi anche —-> Cashback, clamoroso: potranno partecipare solo questi utenti?

Cashback, arriva la stangata per i furbetti?

cashback
Cashback, un’analisi ha mostrato dati più che soddisfacenti (Pixabay)

Verranno falciati, dunque, tutti coloro che hanno preso d’assalto i distributori di carburante per fare rifornimento a suon di 50 centesimi alla volta. Ma anche coloro che hanno accumulato un’infinità di micro-transazioni, spesso di centesimi addirittura, solo per ottenere uno sprint significativo per balzare in alto in classifica. Nella black-list, tanto per non dimenticare, anche coloro che hanno falsato il concorso con pos di proprietà o calcolando operazioni non sue presso una propria attività.

Ciò significa che arriverebbe un vero e proprio tsunami, con un taglio profondo che andrebbe praticamente a squarciare l’altissima classifica. Risultato? Tutti coloro attualmente fuori dai 100.000 posti farebbero un grosso salto e finirebbero nella zona vincente. Il dubbio, tuttavia, è quando avverrà tutta questa situazione promessa.

A meno che non si decida di intervenire a fine giugno a carte ferme – scenario poco pratico ma nemmeno così da scartare -, il verdetto potrebbe giungere già tra fine mese e inizio maggio. Permettere un rush finale solo tra utenti trasparenti, e in piena chiarezza, sarebbe la soluzione migliore per tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui