Zona rossa, quali regole cambiano oggi: novità per due regioni

0

L’Italia continua ad essere divisa in zona rossa e arancione, con diverse regole pronte a cambiare. Andiamo a vedere tutte le novità da questo venerdì.

Zona Rossa regole
Tutte le regole da seguire nei prossimi giorni (Getty Images)

Con la nuova bozza dei dati dell’Iss, l’Italia si prepara ad affrontare un nuovo round di colori e regole per arginare Covid-19. Infatti come ogni venerdì, i dati dell’Istituto Superiore di Sanità decideranno quali regioni andranno in zona arancione e quali in zona rossa, con la gialla che resta bandita fino al 30 aprile, stando al nuovo decreto.

POTREBBE INTERESSARTI >>> “Vaccinazioni a rilento, ad oggi immunizzato solo il 6% della popolazione”

Venerdì scorso, l’indice Rt è sceso dal 1.08 al 0.97, con un nuovo calo che potrebbe verificarsi con i nuovi dati settimanali. C’è grande preoccupazione per il tasso di occupazione delle terapie intensive, con numeri che oscillano proprio a causa della diffusione della variante inglese. Infatti 14 regione e province sono da bollino rosso nonostante una decrescita dal 41% al 39%. Andiamo quindi a vedere tutte le regole da seguire per la prossima settimana.

Zona Rossa, cambiano le regole: si torna tra i banchi di scuola

Zona rossa regole
Cosa cambierà durante la prossima settimana (Getty Images)

Grandi novità in arrivo per due regioni italiane, infatti Lombardia e Piemonte sono pronte a passare in zona arancione la prossima settimana. Infatti i dati preliminari evidenziano un’incidenza minore di 250 casi ogni 100.000 abitanti. Tra le regioni che si auspicano la promozione in zona arancione troviamo anche Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccini, Bassetti a iNews24: “Astrazeneca senza futuro. Se l’Europa non è in grado di fornirci gli altri vaccini, compriamoli altrove”

Andiamo quindi a vedere tutte le regole da seguire:

  • SCUOLA – A partire dal 7 aprile, con il nuovo decreto, avremo le scuole aperte fino alla prima media anche nella massima zona di restrizioni. Infatti dal 7 al 30 aprile dovrà essere garantito il regolare svolgimento delle lezioni, ovviamente rispettando le regole per limitare il contagio. Per i successivi gradi di istruzione è confermata l’attività in presenza con affluenza dal 50% al 75% solamente in zona arancione.
  • SPOSTAMENTI – Nella zona arancione è permesso uno spostamento al giorno verso una sola abitazione privata abitata in ambito comunale, non in più di due persone. Mentre fino al 30 aprile, in zona rossa, sono vietate tutte le visite a parenti ed amici in zona rossa.
  • BAR E RISTORANTI – Nella massima zona di restrizioni sono sospese le attività di ristorazione, fatta eccezione per l’asporto consentito fino alle 22. Mentre per le attività incluse nel codice ATECO 56.3 è consentito l’asporto fino alle ore 18.
  • NEGOZI, CENTRI COMMERCIALI E PARRUCCHIERI – Riaprono questi esercizi commerciali in zona arancione, mentre rimarranno chiusi nella massima zona di restrizioni. Nei giorni festivi e pre-festivi, nei centri commerciali potranno rimanere aperti solamente farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, lavanderie e tintorie, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie.
  • SPORT, PISCINE E PALESTRE – Non riapriranno, nemmeno in zona arancione, le piscine e le palestre. In zona arancione, però, sarà consentito svolgere attività fisica all’aperto anche presso aree attrezzate e parchi pubblici. Inoltre in zona rossa saranno sospese tutte le attività sportive di base e l’attività motoria. Vietato lo svolgimento degli sport di contatto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui