Roma, ristoratori e commercianti manifestano contro il Dpcm: “Io apro”

0

E’ partita oggi pomeriggio a Roma una manifestazione contro l’attuale Dpcm: in piazza commercianti e ristoratori sostenuti da CasaPound

Roma, ristoratori e commercianti manifestano contro il Dpcm
Roma, polizia (Pixabay)

Sono partite questa mattina, martedì 6 aprile, diverse manifestazioni in alcune regioni italiane. A Roma i disordini sono scoppiati in piazza Montecitorio intorno alle ore 15.00 dove si sono riuniti gruppi di ristoratori anche sprovvisti di mascherina ed hanno provato addirittura a sfondare il cordone di carabinieri e polizia.

Ormai disperati per la chiusura delle proprie attività che si propaga da tempo si sono scagliati contro le forze dell’ordine, difatti, nel caos sarebbe rimasto ferito un poliziotto.

All’unisono, ristoratori e commercianti, hanno fatto sentire la propria voce fuori Montecitorio: “Siamo imprenditori, non delinquenti”. Hanno provato poco alla volta ad avvicinarsi fuori alle porte di Palazzo Chigi per far sentire le proprie ragioni. Difatti, un gruppo di manifestanti a mani alzate si è avvicinato al cordone delle FFOO.

LEGGI ANCHE QUESTO>>> Coronavirus, bollettino 6 aprile: 7.767 contagi e 421 morti

Uniti alla protesta di commercianti e ristoratori anche i militanti di CasaPound

Salito sul palco il consigliere municipale di CasaPound, Luca Marsella, ha spiegato di essere intervenuto per dare sostegno alle due categorie di “Io Apro”(ristoratori e commercianti), che si vedono messe spalle al muro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO>>> Covid, allarme dell’Antiracket a iNews24: “Lockdown e chiusure hanno determinato un’impennata dell’usura”

Marsella ha dichiarato: “Noi siamo al loro fianco e non solo a parole”. Il consigliere municipale di CP ha aggiunto che anche se è politicamente scorretto sostenere chi ha intenzioni di sottrarsi alle folli imposizioni del Governo, il partito crede sia inevitabile  ribellarsi al Dpcm: “Quella di oggi è una protesta sacrosanta come lo è la loro rabbia. Non intendiamo vedere il nostro popolo morire un Dpcm alla volta”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui