Coronavirus, bollettino 6 aprile: 7.767 contagi e 421 morti

Coronavirus, ecco il bollettino del 6 aprile: 7.767 contagi e 421 morti come annunciato proprio pochissimi minuti fa dalla Protezione Civile

covid-19 bollettino
Covid-19, il bollettino aggiornato

Anche se in live calo, la diffusione del Coronavirus continua a perseverare su tutto il Paese. Nella giornata odierna, martedì 6 aprile, su 112.962 tamponi processati sono 7.767 i nuovi contagiati (nella giornata di ieri 10.680 su meno tamponi analizzati).

Seppure i nuovi positivi siano di meno rispetto a ieri, oggi preoccupa il numero dei decessi, difatti, nelle ultime 24 ore hanno perso la propria battaglia contro il virus 421 italiani (rispetto ai +296 di ieri). Dall’inizio dell’epidemia ad oggi sale a 111.747 il numero totale dei morti per Covid.

Nella giornata odierna si registrano anche 21.733 guariti. Gli attualmente positivi sono invece 555.705 (3.686.707 dall’inizio dell’epidemia ad oggi).

Si registra un aumento anche per quanto concerne i ricoveri nei reparti Covid con +552. Sono +6, invece, i ricoveri in terapia intensiva.

VEDI ANCHE QUESTO>>> Brescia, bottiglie incendiarie contro il centro vaccinale: indagano le FFOO

Continua la campagna di immunizzazione, le regioni restano collocate in zona rossa e arancione

Coronavirus, vaccino
Vaccino anti-Covid (Foto: Getty)

Il tasso di positività è al 6,9%. Intanto si prosegue a pieno ritmo nella campagna di immunizzazione. Difatti sono oltre 11,3 milioni le dosi inoculate, mentre ad essersi sottoposti alla seconda dose del vaccino anti-Covid sono state 3,5 milioni di persone.

Intanto le regioni restano collocate in zona rossa e arancione. Nella red list troviamo ancora la Calabria con +203, la Campania con +846, l’Emilia Romagna con +791, il Friuli Venezia Giulia con +63, la Lombardia con +841, il Piemonte con +852, la Puglia con +475, la Toscana con +685 e la Valle Aosta con +34.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Covid, allarme dell’Antiracket a iNews24: “Lockdown e chiusure hanno determinato un’impennata dell’usura”

In zona arancione sono invece collocate la Basilicata con +21, l’Abruzzo con +47, il Lazio con +1.120, la Liguria con +174, le Marche con +66, il Molise con +0, la provincia autonoma di Bolzano con +35, la provincia autonoma di Trento con +26, la Sardegna con +128, la Sicilia con +783, l’Umbria con +70 e il Veneto con +507.