Mozambico, continuano gli attacchi: 3.000 persone costrette a fuggire

0

Mozambico, continuano gli attacchi: 3.000 persone costrette a fuggire dalla città di Palma. Presenti anche molti minori non accompagnati

Attacchi Mozambico
Mozambico, continuano gli attacchi: 3.000 persone costrette alla fuga (Foto: Getty)

L’Isis ha rivendicato gli attacchi mortali effettuati nel Nord del Mozambico, nella città di Palma, tornando a spargere sangue e terrore dopo una lunga pausa. A causa dell’azione militare migliaia di persone sono state costrette ad abbandonare il proprio domicilio, cercando riparo dai feroci combattimenti.

A causa dello stesso attacco sette persone sono morte dopo un assedio a un hotel locale. Il totale delle vittime ha raggiunto quasi un centinaio, dall’inizio dell’azione dei militanti. Tra questi risultano esserci anche dei residenti stranieri che lavoravano nelle vicinanze dell’Amaarula Hotel.

Dal momento della rivendicazione da parte dell’Isis, la polizia e l’esercito locale hanno dichiarato di aver ripreso il controllo della situazione, ponendo sotto sicurezza la città di Palma.

LEGGI ANCHE >>> Usa, Trump non si ferma: dopo il bando dai social arriva il suo sito web

LEGGI ANCHE >>> Immigrazione. Alfonsi (Open Arms) a iNews24: “Situazione difficile, a bordo 219 persone di cui 53 bambini”

Mozambico, continuano gli attacchi dell’Isis: tra i civili in fuga anche molti bambini

Attacchi Mozambico
Mozambico, continuano gli attacchi: 3.000 persone costrette a fuggire (Foto: Getty)

Nonostante l’intervento dei militari in aiuto, circa 3.000 civili hanno lasciato Palma per recarsi nella vicina città di Pemba, completamente in preda al panico. Alcuni sono fuggiti verso la spiaggia per provare a scappare tramite il mare.

Il Mozambico ha fatto segnare dal 2017 a oggi un totale di circa 2.500 vittime e oltre 700.000 sfollati. L’intervento dell’esercito degli Stati Uniti si è reso necessario dopo che il governo locale ha chiesto aiuto per combattere l’escalation di violenze interne.

Nell’accordo stretto tra i due paesi c’è anche la formazione da parte dei soldati americani delle forze armate africane, per contrastare i militanti dell’Isis.

Purtroppo, come riferito dall’Organizzazione Save the children, l’ultimo attacco a Palma ha portato anche molti minori non accompagnati a fuggire dalla propria città in cerca di  rifugio.

In totale sono oltre 670.000 i civili sfollati all’interno del Paese a causa del conflitto a Cabo Delgado, quasi sette volte in più rispetto ad un anno fa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui