Covid, Germania limita uso del vaccino AstraZeneca: stop agli under-60

0

Covid, Germania limita uso del vaccino AstraZeneca: stop agli under-60. La decisione stabilita dalla cancelliera Merkel è per prevenire i rari effetti collaterali

Merkel
Covid, Germania limita uso del vaccino AstraZeneca: stop agli under-60 (Foto: Getty)

Nonostante le molteplici rassicurazioni a livello europeo da parte di tutti gli esperti medici, la Germania ha deciso di imporre un limite all’utilizzo del vaccino di AstraZeneca. Non verrà infatti somministrato alle persone con età inferiore ai 60 anni, come stabilito dal ministro della Salute Jens Spahn. Questo per prevenire i rari effetti collaterali di coaguli nel sangue.

L’agenzia tedesca del farmaco ha rilevato 31 casi di trombi anomali tra i quasi 2,7 milioni di persone che avevano ricevuto il vaccino in Germania. Una misura simile a quanto adottato anche dal Canada, che nei giorni scorsi ha sospeso la somministrazione della dose di Oxford agli under-55.

AstraZeneca si è difesa a più riprese a livello internazionale, parlando di totale sicurezza e di benefici largamente superiori ai minimi rischi presenti nel proprio farmaco. Nonostante questo sembra che ci siano ancora delle diffidenze, ribaltando la situazione iniziale. Nella prima fase, all’inizio del 2021, non veniva iniettato negli anziani per mancanza di dati sufficienti sulla fascia di popolazione superiore ai 65 anni. Ora l’esatto opposto.

LEGGI ANCHE >>> Covid, Mario Draghi e sua moglie vaccinati con AstraZeneca

LEGGI ANCHE >>> Vaccini, AstraZeneca diventa Vaxzevira: nuovo nome approvato dall’Ema

Covid, Germania limita uso del vaccino AstraZeneca: il botta e risposta con Oxford

AstraZeneca
Covid, Germania limita uso del vaccino AstraZeneca: stop agli under-60 (Foto: Getty)

Un portavoce di AstraZeneca ha dichiarato alla BBC che l’azienda sta continuando ad analizzare il suo database per capire “se questi casi molto rari di coaguli di sangue associati a trombocitopenia si verificano più comunemente di quanto ci si aspetterebbe naturalmente in una popolazione di milioni di persone“.

Continueremo a lavorare con le autorità tedesche per rispondere a qualsiasi domanda possano avere“, ha aggiunto.

L’Agenzia europea per i medicinali (EMA) e l’Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari del Regno Unito hanno sottolineato che i benefici del vaccino AstraZeneca hanno continuato a superare il rischio di effetti collaterali. Tuttavia i timori sembrano non essere totalmente alle spalle. Il messaggio di molti politici sembra andare in direzione opposta, con anche il nostro premier Mario Draghi e la moglie, che hanno ricevuto la prima dose del vaccino inglese in queste ore. La stessa cancelliera Merkel ha annunciato che quando arriverà il suo turno non avrà problemi ad essere immunizzata con una dose del ribattezzato Vaxzevira.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui