Cashback anche in autostrada: arriva una super novità

0

Cashback, arriva una grandissima novità in Italia. Riguarda le autostrade e i vari caselli a cui spesso ci fermiamo. Ecco le ultimissime 

Foto Pixabay

Cashback anche per quanto riguarda le tratte autostradali per i caselli vari. Ma attenzione: non parliamo del cashback di Stato, ma di un’iniziativa parallela di Autostrade che comporterebbe sempre un ritorno economico per i cittadini in una specifica situazione. Ad annunciarlo è stato direttamente Roberto Tomasi, amministratore delegato di Autostrade per l’Italia, pronunciatosi in audizione alla CMera.

Cashback anche in autostrada? La nuova iniziativa

valassina moto
(Getty Images)

In risposta alla mega multa dell’Antitrust da 5 milioni di euro, il dirigente ne ha parlato così: “La verità è che dalla tragedia del Ponte Morandi abbiamo applicato 77 milioni di esenzioni totali, e credo che siamo gli unici concessionari a fare una cosa del genere”. E non finisce qui: “Appena firmeremo il nuovo accordo, saremo già pronti a giugno a partire con un cashback che permetterebbe una riduzione del pedaggio in base a eventuali disagi subiti da chi è alla guida circa eventuali cantieri, traffico e problematiche varie”.

Potrebbe interessarti anche —-> Decreto Covid, tutte le regole dopo Pasqua in zona rossa: oggi la riunione

“Oggi – continua l’amministratore delegato – con i nostri mezzi possiamo definire e misurare le tratte effettuate da tutte le auto e capire l’impatto di quella vettura e quella targa lungo il percorso”. Un piano approvato anche da Assoutenti, ma previa un’organizzazione molto ben strutturata e studiata a favore dei consumatori. E’ quanto evidenzia il presidente Furio Truzzi: L’idea del cashback sui pedaggio è ottima, ma se Aspi vuole realmente tutelare gli interessi dei propri clienti dovrà aprire un tavolo di confronto con le varie associazioni per definire tutti i dettagli del piano”, evidenzia.

Leggi anche —-> Supercashback, cattive notizie per chi è in corsa

La tipologia di rimborso – sottolinea Truzzi – dovrà essere la seguente: “Il rientro economico dovrà essere innanzitutto equo per tutti e proporzionati ai disagi subiti, servirà inoltre che siano automatici e senza procedure particolare. Inoltre devono valere in modo retroattivo per i disservizi registrati negli ultimi due anni sulle varie tratte”. Il che significa, una volta confermato, che molti italiani reduci da spiacevoli situazioni potrebbero trovarsi già un rimborso a sorpresa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui