Iovino (M5s) a iNews24: “Doppio mandato, sono d’accordo con Beppe Grillo”

Il deputato del M5s, Luigi Iovino, si schiera con il garante Beppe Grillo sulla questione della conferma del limite del secondo mandato: “È un elemento fondante del Movimento, giusto mantenerlo”. L’esponente pentastellato smorza anche le polemiche circa una possibile frattura nel Movimento: “Quando discutono gli altri è dialettica, quando lo facciamo noi si parla di spaccatura”

0
Luigi Iovino (da Facebook)

Onorevole, la questione relativa al limite del secondo mandato sta complicando ulteriormente la riorganizzazione interna del M5s, lei che idea ha in merito?

“Non posso che essere pienamente d’accordo con Beppe, d’altronde la sua visione ci ha sempre guidato in ogni circostanza, soprattutto in quelle più difficili.

Ma secondo lei Conte è d’accordo con Grillo, o si tratta di una scelta solo del garante?

“I due mandati sono un principio fondante del Movimento 5 Stelle, non vedo alcuna divisione su questo punto”

Il rischio spaccatura nel M5S

regolarizzazione migranti 5 stelle
Di Maio e Crimi (Getty Images)

Eppure avete modificato molte delle vostre regole iniziali, perché proprio su questo punto si vuole mantenere la posizione?

“Il Movimento si è evoluto ed è cresciuto sempre nell’interesse dei cittadini. Come per i nostri consiglieri comunali, dove è stato introdotto il mandato zero proprio perché non può affatto considerarsi un vero mandato. Credo invece che sia giusto mantenere il limite dei due mandati per i ruoli regionali, nazionali ed europei”

C’è secondo lei il rischio di un’ulteriore spaccatura nel Movimento ?

“Non comprendo il fatto che quando negli altri partiti si discuta sia normale dialettica, mentre da noi il confronto viene sempre tradotto in qualche spaccatura. Siamo un movimento democratico e fondato sul confronto al suo interno, ma poi si porta avanti sempre una posizione unitaria. La dialettica non deve mai spaventare, anzi è sempre una ricchezza”

I diktat di Grillo e la polemica con Rousseau

Governo Grillo Draghi
Beppe Grillo (Getty Images)

Cosa pensa delle nuove indicazioni di Grillo per la partecipazione dei parlamentari M5s  nei talkshow?

“Fin quando non definiremo una nuova linea politica precisa, credo sia giusto evitare delle uscite personali, semplicemente perché non sarebbe corretto nei confronti di tutti i nostri iscritti”

E la situazione con l’associazione Rousseau, come crede si risolverà alla fine ?

“Sono una persona che è stata eletta solo grazie al principio della democrazia diretta. Credo debba restare un cardine fondante del Movimento e l’accordo andrà trovato nell’interesse di tutti, anche per preservare l’eredità di Gianroberto”

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui