Birmania, morti altri 91 civili: “Oggi è il giorno della vergogna”

0

Continua la repressione in Birmania, dove sono morte altre 91 persone. “È il giorno della vergogna” ha dichiarato un gruppo anti-giunta

birmania
Birmania, uccisi altri 91 civili durante la repressione delle proteste (Getty Images)

Una situazione sempre più al limite quella che sta vivendo la Birmania. La repressione delle proteste contro il golpe militare continua e, secondo quanto riferisce il sito di informazione Myanmar Now, solamente ieri ci sarebbero stati almeno altri 91 uccisi tra i civili. Si tratta del bilancio più sanguinoso mai registrato dal colpo di Stato militare dello scorso 1 febbraio.

I numeri sono stati resi noti da un ricercatore indipendente a Yangon, il quale sta effettuando un conteggio giornaliero delle vittime della repressione delle proteste in tempo reale, che solitamente coincide con i conteggi che vengono poi diffusi a fine giornata dall’Associazione di assistenza per i prigionieri politici. Quest’ultima documenta morti e arresti e viene considerata la fonte più autorevole di tutte.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Operatori sanitari, arriva l’obbligo vaccinale: Draghi prepara il decreto

Birmania, sale il bilancio dei morti: ci sono anche bambini

birmania morti
Nel bilancio dei morti, figurano anche alcuni bambini (Getty Images)

Sono oltre 400 i morti a causa della repressione anti golpe in Birmania. Di questi, solamente 91 sono stati registrati nella giornata di ieri, la più sanguinosa da quando sono iniziate le proteste. Tra le vittime – fa sapere Il Sole 24 Ore – ci sarebbero anche un bambino di cinque anni e una di 13. La situazione è sempre più critica, con il bilancio che potrebbe salire già nei prossimi giorni.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Terremoto nell’Adriatico, forte scossa avvertita nel sud Italia: i dettagli

A tal proposito è intervenuto su un forum online il dottor Sasa, portavoce del CRPH (un gruppo anti-giunta costituito da legislatori deposti). “Oggi è il giorno della vergogna per le forze armate” le sue parole poi riportate dall’Ansa. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui