Vaccino Pfizer, Draghi attacca Kurz: “Non avrà una dose in più”

0

Il premier Draghi si schiera contro il cancelliere austriaco Kurz durante il Consiglio Ue sul tema del vaccino Pfizer: “Non avrà una dose in più”.

Vaccino Draghi
Le parole del Presidente del Consiglio contro il cancelliere (Getty Images)

Questa notte si è tenuto il Consiglio Ue, in cui si è discusso sul come fronteggiare la terza ondata di Covid-19. Tra i temi principali trattati durante il meeting virtuale, senza ombra di dubbio, troviamo il vaccino con Draghi che si è imposto durante la conferenza. Infatti stando alla testimonianza di un diplomatico europeo, il Presidente del Consiglio italiano avrebbe alzato i toni contro il cancelliere austriaco Sebastian Kurz. I due infatti si sono scontrati sulla distribuzione delle dosi del siero Pfizer in arrivo.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Braga (PD) a iNews24: “Capigruppo donne, non sia un problema ma una scelta politica di coerenza”

Infatti proprio Kurz aveva chiesto una redistribuzione delle dosi in arrivo, proposta che ha trovato il parere negativo di Draghi che ha tuonato: “Non avrà una dose in più“. La richiesta dell’Austria è arrivata a causa dei ritardi di AstraZeneca. Infatti come altri paesi, Kurz ha opzionato più dosi del siero britannico, ma adesso, a causa dei ritardi si trova in difficoltà con il proseguo della campagna vaccinale. Inoltre, l’Austria insieme alla danimarca di Mette Fredriksen si era distinto per avere un accordo con Israele volto a produrre vaccini.

Vaccino, ore calde per Draghi: tensione interna con le Regioni

Vaccino Draghi
Mario Draghi analizza le proposte delle regioni (Getty Images)

Ma lo scontro di Mario Draghi durante il Consiglio Europeo ha seguito le giornate calde con i vari attacchi delle Regioni. Infatti il premier ha provato ad incolpare le Regioni sulla campagna vaccinale che prosegue a rilento, ma proprio i governatori non ci hanno pensato due volte a rispondere al Presidente del Consiglio. Per calmare le acque, i Presidenti di Regioni hanno chiesto un incontro chiarificatorio con Mario Draghi, che avverrà durante la giornata di Lunedì.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Anzaldi (Italia Viva) a iNews24: “Letta-Conte, un incontro pericoloso. In bilico la candidatura della Raggi?”

La Ministra agli Affari Regionali, Maria Stella Gelmini ha cercato di fare chiarezza sulle parole di Draghi affermando che quella del Presidente voleva essere una critica costruttiva. Ma molte Regioni non ci stanno e denunciano: “Dovevano arrivare i vaccini e il personale, vaccini non ne sono arrivati, personale pochissimo, quasi nulla rispetto a quanto promesso“. Inoltre le Regioni denunciano lo ‘scaricabarile inaccettabile‘, come già è accaduto con il precedente Governo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui