Vaccino Covid, UE e UK trovano un accordo: “Vantaggi per tutti”

0

Vaccino Covid, UE e UK trovano un accordo: “Soluzione vantaggiosa per tutti”. La fornitura dei vaccini non dovrebbe subire più intoppi

Uk e Ue
Vaccino Covid, UE e UK trovano un accordo: “Soluzione vantaggiosa per tutti” (Foto: Getty)

Si è discusso per giorni delle difficoltà di consegne del vaccino AstraZeneca, prodotto nel Regno Unito e distribuito anche nell’Unione Europea. I dubbi sulla sicurezza del farmaco, le possibili contro indicazioni e la sospensione ad interim delle somministrazioni hanno reso ancor più tesi i rapporti tra gli Stati. Ora però tutto sembra essersi appianato e tra Ue e Uk torna a scorrere buon sangue, al netto della Brexit. Bruxelles ha mediato con il Regno Unito l’opportunità di trovare “soluzioni vantaggiose per tutti”. L’obiettivo condiviso attraverso un comunicato congiunto della Commissione e del governo di Boris Johnson è quello di ”espanderne la distribuzione a tutti i nostri cittadini“.

L’apertura e la cooperazione globale fra tutti in Paesi saranno la chiave per superare definitivamente la pandemia e prepararsi meglio ad affrontare le future sfide“. Le due parti sono tornate a trattare da vicino la possibilità di collaborare su larga scala per sconfiggere definitivamente la pandemia in questo 2021.

LEGGI ANCHE >>> Covid, Merkel revoca lockdown in Germania: “Errore mio, chiedo scusa”

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, ad oggi vaccinato (con due dosi) solo il 4,4% della popolazione italiana

Vaccino Covid, UE e UK trovano un accordo: scongiurato il blocco dell’export di AstraZeneca

Vaccino AstraZeneca
Vaccino Covid, UE e UK trovano un accordo: scongiurato il blocco dell’export del vaccino AstraZeneca (Foto: Getty)

Questa intesa tra Europa e Gran Bretagna arriva in un periodo in cui si continua a discutere dello stabilimento di Catalent di Anagni. Nella Regione Lazio sono state trovate scorte di 29 milioni di dosi di vaccino AstraZeneca, non a conoscenza dell’UE. Il tutto era nato nello scorso week end, quando la Commissione europea aveva chiesto al governo italiano di verificare alcuni lotti presenti nello stabilimento in provincia di Frosinone. L’ispezione guidata dal ministro della Salute Speranza, si è tenuta tra sabato e domenica con l’intervento dei carabinieri del Nas.

Il presidente del gruppo del Ppe al parlamento europeo, Manfred Weber, ha commentato su Twitter: “Dovremmo rifiutare categoricamente qualsiasi esportazione di AstraZeneca prodotta in Europa”. Pronta era arrivata la risposta dell’azienda britannica: “13 mln di dosi destinate a iniziativa COVAX”. Anche Boris Johnson si era detto contrario ad un interruzione della collaborazione con l’Europa: “Il blocco dell’export sarebbe un boomerang”. La pace fatta salva quindi da scenari poco chiari, in un momento in cui c’è bisogno dell’unità di tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui