Covid, Lombardia: “Difficilmente torneremo in zona arancione”

0

Covid, il direttore generale al Welfare della regione Lombardia Giovanni Pavesi esclude un ritorno in zona arancione

covid lombardia
Covid, difficilmente la Lombardia tornerà in zona arancione nei prossimi giorni (Getty Images)

In attesa della blindatura totale nei giorni delle festività pasquali, ci sono alcune regioni che presto potrebbero cambiare fascia in base agli ultimi numeri registrati. Si è parlato anche della Lombardia, con l’ipotesi zona arancione a partire dal prossimo luned’. A tal proposito è intervenuto Giovanni Pavesi, il direttore generale al Welfare della regione.

Siamo in zona rossa almeno fino a Pasqua. Ad oggi, abbiamo raggiunto una stabilità dell’Rt ma non ci sono elementi che possano assicurarci che torneremo in zona arancione” le sue parole nel corso dell’audizione in commissione regionale sanità. Bisognerà quindi con ogni probabilità aspettare almeno la fine delle festività prima di poter riaffrontare l’argomento, a detta di Pavesi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, Merkel revoca lockdown in Germania: “Errore mio, chiedo scusa”

Vaccino Covid, in Lombardia presto dosi ai più vulnerabili

Lombardia, nuovo errore nella campagna vaccinale
La campagna vaccinale si allargherà presto ai cittadini più vulnerabili (Foto: Getty)

A partire dal prossimo 15 aprile, in Lombardia la campagna vaccinale si allargherà anche ai cittadini più vulnerabili. Per ciò che riguarda gli appuntamenti – si legge nel Piano Regionale Vaccini – avverrà tutto per via telefonica a partire dal giorno 6 aprile. Il tutto una volta conclusa la somministrazione del farmaco agli ospiti delle strutture residenziali, con numeri che ad oggi hanno già superato le 105mila dosi. In questi giorni, anche i restanti operatori sanitari e socio sanitari si sottoporranno alla somministrazione.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid, Draghi: “Abbiamo 4 vaccini sicuri. Riapertura scuole dopo Pasqua”

Il piano vulnerabili e iper vulnerabili #PrimaTu è stato organizzato con cura nelle settimane passate, e prevede l’immunizzazione dei cittadini più a rischio nelle prossime settimane. Il fitto calendario prenderà il via il 15 aprile, dopo che gli appuntamenti saranno fissati telefonicamente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui