Twitch e YouTube, donazioni da capogiro: i dati dell’ultimo anno

0

Continua l’egemonia di Twitch e YouTube su internet. Soprattutto per ciò che riguarda le streaming, le donazioni sono la nuova frontiera

twitch youtube
Pokimane, una delle streamer di Twitch più famose al mondo (screenshot Instagram)

Soprattutto nell’ultimo anno, con lo scoppio dell’emergenza pandemica e molto più tempo libero, le varie piattaforme di streaming online sono diventate una realtà quasi dominante sul web. In particolare Twitch (ma anche YouTube) hanno iniziato ad ottenere numeri da capogiro, con migliaia di utenti connessi contemporaneamente sui siti in questione per seguire i propri beniamini.

I guadagni dei cosiddetti ‘streamer’ sono in continua crescita, sia grazie agli abbonamenti che alle donazioni. Secondo una ricerca condotta dalla compagnia Ukie in Gran Bretagna, nel 2020 sarebbero stati spesi circa 53 milioni di euro solamente dagli utenti inglesi. Piccole offerte da 1-2 euro, ma anche regali da 50 o 100 euro per il proprio content creato preferito.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Netflix, accordo con una delle influencer più amate d’Italia: l’indiscrezione

Twitch e YouTube, i numeri delle piattaforme

Youtube iOS
I numeri registrati nell’ultimo anno in donazioni(da Pixabay)

Al giorno d’oggi, Twitch e YouTube rappresentano il massimo dell’intrattenimento online. Il ruolo dello ‘streamer’ è diventato un vero e proprio mestiere, che richiede un importante lavoro dietro per costruire set-up e format in grado di reggere la grande mole di pubblico presente online. Se Twitch può contare sugli abbonamenti gratuiti per chi ha Amazon Prime, discorso diverso va fatto per le donazioni e per i ‘subscribe’ di YouTube. In questi casi, gli utenti devono pagare di tasca propria, e lo fanno!

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> WhatsApp, in arrivo una rivoluzione: si potrà finalmente fare

Nel 2020, i soli viewers inglesi hanno speso 45,6 milioni di sterline in donazioni. Si tratta della seconda spesa più alta di tutto l’anno, seconda solo ai 119,6 milioni di sterline spesi per l’acquisto di giocattoli e merchandise.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui