Fabrizio Corona in carcere, la solidarietà di un famoso cantautore – FOTO

0

Fabrizio Corona in carcere, una vicenda che divide anche il mondo dello spettacolo. Ora è arrivata la solidarietà di un noto cantautore

Fabrizio Corona, parla la madre angosciata
Fabrizio Corona (Instagram)

Da quando Fabrizio Corona ha fatto drammaticamente ritorno in carcere, per scontare ancora 9 mesi, l’opinione pubblica ancora una volta è divisa tra colpevolisti e innocentisti. O meglio, gli errori dell’ex re dei paparazzi li riconoscono tutti. Ma molti non condividono quello che vedono come un accanimento giudiziario nei suoi confronti.

Al lungo elenco nelle ultime ore si è unito anche Gianluca Grignani che nelle ultime ore ha postato un messaggio di solidarietà esprimendo un pensiero comune. Pure lui riconosce che gli errori di Corona sono stati tanti. Allo steso modo però la giustizia non funziona in modo uguale, perché c’è chi ha pagato a sta pagando i suoi debiti con la giustizia e chi invece l’ha evitata.

(Instagram)

Quindi se la legge è uguale per tutti, come sta scritto in ogni aula di tribunale, dovrebbe essere così per chiunque, non solo per Fabrizio. E Grignani alla fine del suo post cita un verso di ‘Sogni infranti’, brano che ha pubblicato in tempi non sospetti sei anni fa nell’album ‘A volte esagero’: “Lo Stato come piombo si sopporta. I ragni fanno i nidi sulle tue rovine come su un ramo”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gianluca Grignani (@gianlucagrignaniofficial)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Fabrizio Corona, nuovo incredibile annuncio di Celentano: i fan apprezzano

Corona invia un lungo messaggio a Massimo Giletti: “Pronto a morire per i miei diritti”

Fabrizio Corona è stato in affidamento terapeutico tra febbraio e novembre 2018, ma ora quei nove mesi, con la revoca dei domiciliari dovrà scontrali in carcere. Le immagini delle lesioni autoinflitte, del viso sporco di sangue all’atto del nuovo arresto, hanno fatto il giro del web e delle tv.

Ora è nel reparto di psichiatria del ‘Niguarda’ di Milano e ha deciso di scrivere a Massimo Giletti. Un lungo messaggio che il conduttore ha letto in diretta a ‘Non è l’Arena’ che descrive la sua attuale situazione: “Mi rendo conto che sono uno psicopatico nel reparto di Psichiatria. Da qui non posso uscire, c’è una grande finestra dove entra luce. Durante il giorno bevo solo acqua e caffè d’orzo. Mi sono rasato i capelli, e quando mi taglio i capelli vuol dire guerra”.

Fabrizio Corona
Fabrizio Corona (foto Facebook)

E poi c’è il racconto delle ferite al braccio. Dice di non avere sentito nulla, che il sapore di quel sangue in faccia gli è piaciuto e che anche quando con un pugno ha rotto il vetro dell’ambulanza non ha provato niente. Ma soprattutto promette battaglia: “Sono pronto a morire per i miei diritti. Nulla, Massimo lo deve sapere, era premeditato“. Parole pesanti, ma almeno per il momento non è in vista una revisione del suo stato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui