Covid, Speranza: “Il sistema dei colori attivo anche dopo il 6 aprile”

0

Torna a parlare della situazione Covid anche il Ministro della Salute, Roberto Speranza, che confermerà il sistema a colori anche dopo Pasqua.

Covid Speranza
Il ministro della Salute parla delle restrizioni (via Screenshot Instagram)

In Italia continuano le misure restrittive per fermare la pandemia, con l’intero paese in zona rossa, proprio per fermare la terza ondata di contagi. Infatti gli italiani sono chiamati ad ulteriori sacrifici, sperando che siano gli ultimi prima del termine della pandemia. In merito, negli ultimi giorni, ha fatto sentire la sua presenza anche il ministro della Salute Roberto Speranza, che è tornato a parlare sulle norme anti Covid-19.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, protesta a Londra contro il lockdown: almeno 30 arresti

Infatti il ministro ha affermato che nei prossimi giorni avremo finalmente l’accelerata della campagna vaccinale proprio grazie all’arrivo di nuove dosi. Ma non solo, Speranza ha confermato il sistema a colori delle regioni anche dopo Pasqua. Infatti il sistema sembra funzionare e quindi si proseguirà con campagna vaccinale e restrizioni a secondo della situazione delle varie regioni. Quindi con il nuovo Dpcm del 7 aprile non dovrebbero cambiare le restrizioni. Sullo spostamento tra regioni, per il Ministro la decisione dipenderà dal quadro epidemiologico.

Covid, Speranza sicuro: “Dare le dosi ad altri se si rifiuta il vaccino”

Covid, vaccino AstraZeneca: Roberto Speranza
Le parole del Ministro della Salute (@Facebook)

Roberto Speranza per accelerare la campagna vaccinale è pronto a destinare le dosi di AstraZeneca a chiunque si disposto a vaccinarsi. Infatti, il caos sollevato dai casi di trombosi ha portato molte persone a cancellare la vaccinazione con il siero britannico. Il ministro, però, è determinato nel dare un calcio alla pandemia ed ha affermato: “Se uno rifiuta dobbiamo darlo immediatamente ad altri. Fuori dalle indicazioni delle autorità sanitarie non ha senso scegliere il vaccino perché sono tutti sicuri ed efficaci“.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino Covid, Zingaretti: “Accordo Spallanzani, sperimentiamo Sputnik”

Il Ministro della Salute ha poi espresso il suo consenso alla linea dura dell’Unione Europea, pronta a punire le case farmaceutiche che non rispettano i tempi di consegna. Infatti Speranza concorda col fatto che ogni vaccino può salvare una vita e quindi è importante somministrare almeno una dose ad ogni cittadino, per garantire almeno un primo scudo contro il virus. Inoltre Speranza ha ricordato di aver già bloccato delle esportazioni a chi non rispetta i patti. Infine sul vaccino russo Sputnik V, il Ministro ha concluso chiedendo all’Ema di essere veloce nella revisione come successo per gli altri sieri approvati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui