Usa, Biden contro la xenofobia: “Non possiamo essere complici”

0

Il presidente degli Usa, Joe Biden, pronuncia un discorso contro la xenofobia, chiedendo di agire contro la le violenze ai danni degli asiatici in America.

Usa Biden xenofobia
Le parole del 46esimo presidente statunitense (Getty Images)

Torna a parlare il presidente degli Usa, Joe Biden, che fa alla nazione un discorso contro la xenofobia. La richiesta del presidente è chiara, con Biden che chiede alla nazione di agire contro la violenza nei confronti degli americani di origine asiatica. Insiema a Kamala Harris, nella giornata di ieri, c’è stato un incontro con la comunità asiatico-americana locale. L’incontro è avventuto per esprimere solidarietà nei confronti della comunità, dopo che un 21enne ha fatto violenze in un centro massaggi orientale.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Decreto sostegni, parla Draghi: “Più soldi e più velocemente”

Joe Biden ha affermato che il silenzio è complicità ed il popolo non può permettersi di essere complice. Il Presidente ha invitato tutti ad agire in una battaglia contro la rinascita della xenofobia. Un messaggio forte quello del democratico, che ha fatto dell’integrazione proprio il cavallo di battaglia della sua campagna elettorale. Andiamo quindi a vedere le parole del presidente e la reazione di Pechino alle sue dichiarazioni.

Usa, Joe Biden contro la xenofobia: la reazione da Pechino

biden usa
Le parole del presidente americano (Foto: Getty Images)

Ma la posizione di Joe Biden, seppur di grande integrazione, ha suscitato la risposta del Governo cinese. Infatti a pronunciarsi su quanto accaduto negli Usa ci ha pensato il ministero degli Esteri cinese, Zhao Lijian. Il ministero ha espresso tutta la sua preoccupazione nei confronti degli asiatici che vivono negli Stati Uniti, dopo la strage di Atlanta. Qui un ventenne ha preso di mira dei centri massaggi cinese, uccidendo otto presone.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Padri separati, l’allarme di Figli Negati: “Impossibile risposarci, rischiamo la povertà”

Secondo Lijan la violenza contro gli asiatici negli Usa è qualcosa di oltraggioso e sconvolgente. Inoltre sempre il ministero degli Esteri ha chiesto al governo di prendere misure concrete per risolvere il problema del razzismo e della discriminazione razziale. Infine, sempre durante una conferenza stampa, Zhao Lijan ha chiesto di salvaguardare la sicurezza, i diritti e interessi legittimi dei cittadini cinesi negli Usa, evitando che si verifichino altri episodi di questo tipo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui