Regina Elisabetta, choc a Buckingham Palace: nuova bufera

0

Torna a scatenare il web lo scontro tra la Regina Elisabetta e Meghan Markle. Stavolta a scatenare il ciclone ci ha pensato una copertina di Charlie Hebdo. 

Regina Elisabetta choc Meghan
Lo sontro tra la Regina e la duchessa di Sussex divide il web (via Screenshot)

Un nuovo capitolo si aggiunge allo scontro tra la Regina Elisabetta e la duchessa Meghan Markle. Infatti l’intervista di Harry e Meghan alla Cbs ha creato un vero e proprio terremoto a Buckingham Palace. Fortunatamente la Royal Family ha potuto contare sull’appoggio del suo popolo, che non è rimasto scosso dall’intervista di Oprah Winfrey. Il nuovo ciclone, però arriva direttaemnte dalla Francia, che si inserisce nella guerra fredda reale.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Usa, Trump contro Meghan Markle: le accuse dell’ex presidente

Infatti, ancora una volta il giornale satirico transalpino, Charlie Hebdo, ha pubblica una vignetta feroce, pungente e allusiva. Un vero e proprio marchio di fabbrica quello di Hebdo, abituato a cacciare copertine pronte a creare scandalo. Stavola in prima pagina c’è la Regina in ginocchio su Meghan Markle, riprendendo l’omicidio di George Floyd. Ovviamente la copertina ha diviso il web, creando non poche indiscrezioni, andiamo quindi a vedere tutti i dettagli.

Regina Elisabetta, arriva la copertina choc di Charlie Hebdo: nuovo caos nella Royal Family

La copertina choc di Charlie Hebdo vede la Regina Elisabetta inginocchiata sul collo di Meghan Markle. Poi due titoli aprono il giornale satirico, con la prima in alto che recita “Perchè Meghan ha lasciato Buckingham Palace“, mentre nella seconda si legge: “Perché non potevo più respirare“. Il riferimento all’omicidio di George Floyd è palese ed a molti utenti la scelta proprio non è andata giù. Ma le polemiche oltre-Manica sono immediata. In molti infatti hanno ricondiviso il post per denunciare la vignetta.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Lady Diana, il commosso ricordo: una lettera che nessuno si aspettava

La prima a condannarla è Halim Begum, ceo del think tank Runnymede Trust, che l’ha definita “sbagliata su tutti i livelli”. Infatti Begum ha poi aggiunto: “Questo non allarga i confini, non fa ridere nessuno e non sfida il razzismo, svilisce il problema e offende, su tutta linea“. Un accusa più grande, invece, arriva dal collettivo Black and Asian Lawyers For Justice che la definisce di un razzismo scandaloso, disgustosa e fascista. Stavolta il giornale satirico francese ha davvero toppato, con l’ultima copertina che ha scatenato l’indignazione dell’intero popolo del web.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui