Brasile, Gabigol arrestato: l’ex attaccante dell’Inter era nel posto sbagliato

0

Brasile, Gabigol arrestato dalla polizia: l’ex attaccante dell’Inter è stato sorpreso in un posto nel quale non doveva essere

Brasile, Gabigol arrestato (Getty Images)

Poche settimane fa è tornato a far parlare di sè per meriti sportivi, perché con il suol Flamengo ha vinto il ‘Brasileirão ‘, lo scudetto brasiliano per il secondo anno di fila. Ma oggi di Gabigol, attaccante acquistato nel 2016 dall’Inter come nuovo fenomeno e rivelatosi un flop, si parla per una vicenda di cronaca.

Gabriel Barbosa, così è in realtà all’anagrafe, è stato arrestato all’alba di oggi in Brasile per aver partecipato a una festa con circa 200 persone in un casinò clandestino a San Paolo. Un evento vietatissimo in un Paese pesantemente colpito dalla pandemia e che fatica a riprendesi. Il governo ha imposto il coprifuoco nazionale di notte, ma evidentemente non tutto lo rispettano.

Secondo il sito TyC Sports, Gabigol che era in compagnia di altri personaggi celebri come il cantante MC Gui, è stato portato in una stazione di polizia insieme a tutti gli altri. Sono stati identificati poi rilasciati ma adesso rischiano l’accusa per crimini contro la salute pubblica. Sul posto sono arrivate anche le telecamere di GloboNews che hanno mostrato le riprese del blitz e le facce sorprese degli arrestati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Torino-Inter 1-2: highlights, voti e tabellino finale del match

Gabigol, due anni da incubo in Serie A e Portogallo, ma anche la rinascita in Brasile

Gabigol, si sta ricostruendo una  carriera e una fama in patria (anche se ha solo 24 anni) come dimostra il Brasileirão vinto con il suo Flamengo. Ha messo a segno 21 gol in 40 partite nella stagione appena conclusa. Ma si è fatto anche notare per una vistosa chioma rosa con la quale è andato in campo.

Era arrivato all’Inter il 30 agosto 2016 per circa 30 milioni di euro ma in Italia non ha mai sfondato. Il 25 settembre ha debuttato in campionato nel corso della gara contro il Bologna e sempre contro i felsinei ha anche segnato la sua prima rete in serie A. Ma è stato anche il suo unico gol in 10 presenze.

A fine stagione è passato in prestito al Benfica, con 1 sola presenza e 0 gol. Poi il ritorno in Brasile: una stagione al Sanros (35 presenze e 18 gol) e le ultime due con la maglia di un altro club glorioso come il Flamengo per 51 partite e 37 reti complessive.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui