Alex Schwazer, campione olimpico: “Vittima di un complotto”

Il campione olimpiaco Alex Schwazer dopo essere stato assolto dal giudice di Bolzano si è dichiarato vittima di un complotto

Alex Schwazer, campione olimpiaco
Alex Schwazer (Foto: Getty)

Dopo la sua squalifica dalle Olimpiadi del 2012 per reati di doping, il marciatore italiano Alex Schwazer, campione olimpiaco di 50 km di marcia, domani sabato 13 marzo, sarà ospite della conduttrice Silvia Toffanin nel salotto di Verissimo.

Il campione racconterà la gara più importante della sua vita, quella con la giustizia. Nel seguitissimo programma di Canale 5 parlerà delle emozioni vissute nel corso del processo che lo vedeva imputato con l’accusa di doping per la quale subì un’importante squalifica nel 2016, che compromise definitivamente la sua partecipazione alle Olimpiadi di Rio 2016.

Schwazer dopo essere stato assolto dal tribunale di Bolzano ha dichiarato che temeva fortemente di non riuscire a dimostrare la sua innocenza. Un momento tanto atteso questo che ancora non sembra vero al marciatore italiano. Il giudice ha sentenziato che i campioni di urina esaminati nel 2016 furono oggetto di alterazioni al fine di far risultare positivo l’atleta.

A tal proposito Alex Schwazer avrebbe un’idea su quanto accaduto ma per fare dei nomi bisognerebbe avere delle prove concrete che purtroppo non ha, avrebbe dichiarato il campione. Tuttavia l’atleta ha sempre sostenuto la sua innocenza mettendo fortemente in dubbio la validità della presunta positività dichiarandosi vittima di un complotto.

LEGGI QUESTA NOTIZIA>>> Chi è Masako Katsura, il doodle di Google di oggi

L’atleta Alex  Schwazer è pronto a gareggiare

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Verissimo (@verissimotv)

 Dopo essere stato assolto dalle accuse per reati di doping che lo videro squalificato in un importante gara del 2016, il campione italiano vuole adesso tornare a gareggiare. Difatti Schwazer sarebbe già orientato alle Olimpiadi di Tokyo in apertura il prossimo 23 luglio 2021.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Regina Elisabetta, la Royal Family si allarga: due nuovi arrivi

Per la sua partecipazione però Alex ha dichiarato che bisogna superare un altro tassello a suo sfavore. La sua squalifica infatti scadrà nel 2024, per cui l’atleta non potrà partecipare a competizioni internazionali fino a questa data. Nonostante ciò Schwazer ha già dichiarato di sentirsi in forma e farà di tutto per partecipare anche se non sarà semplice superare l’ostacolo con la giustizia sportiva.