Covid, Ilaria Capua: “Vaccino fa miracoli, bisogna resistere altri due mesi”

0

La virologa Ilaria Capua fa il punto sulla situazione Covid in Italia e rinnova la sua fiducia sul vaccino: bisogna stare in trincea altri due mesi.

Covid Ilaria Capua Vaccino
Le parole della virologa durante la trasmissione “Di Martedì” in onda su La7 (via Screenshot)

Nella giornata di ieri l’Italia ha superato la soglia dei 100mila decessi causati dal Covid, il tutto mentre le varianti si diffondono nella penisola e la campagna vaccinale prosegue a rilento. Porprio il vaccino è uno degli argomenti più a cuore di Ilaria Capua, virologa e direttrice dell’UF One Health Center dell’Università della Florida. Infatti così come altri virologi, anche per Capua i vaccini sono l’unica soluzione contro la crisi pandemica.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, zona rossa nel weekend: tutte le nuove regole in arrivo

La virologa è intervenuta nuovamente durante la trasmissione “Di Martedì” di Giovanni Floris, facendo il punto sulla situazione pandemica in Italia e sull’efficacia dei vaccini. Senza troppi indugi, Capua afferma: “Il vaccino sta facendo miracoli e dobbiamo crederci“. La direttrice dell’UF One Health Center ha poi aggiunto che quando una buon percentuale di soggetti a rischio sarà vaccinata, finalmente vedremo un cambio di direzione della pandemia, che andrà verso la fine. Andiamo quindi a vedere la proposta della virologa durante l’ospitata a La7.

Covid, Ilaria Capua ed il vaccino: “Bisogna stare fermi altri due mesi”

Covid Ilaria Capua vaccini
La scienziata italiana sulla situazione attuale (Foto: Facebook)

Durante il suo intervento nel corso della trasmissione di Giovanni Floris, la scienzata ha poi continuato affermando che al momento la soluzione è stare fermi per altri due mesi. Infatti solamente così potremo invertire la curva pandemica. I consigli sono sempre gli stessi: stare a casa, evitare gli spostamenti e uscire il meno possibile, solo se indispensabile. Inoltre, ricorda la virologa, che nessuno è riuscito a fermare la corsa del virus. A peggiorare la situazione c’è stato anche lo scetticismo iniziale sulla veridicità dell’epidemia a Wuhan.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino Covid, Johnson&Johnson: “Non assicuriamo 55 milioni di dosi”

Infine Ilaria Capua ha toccato anche la salita alla ribalta del vaccino russo, Sputnik V. Infatti con grande pressione della Regione Lazio e dell’Ospedale Spallanzani di Roma, si sta chiedendo l’approvazione del siero. Inoltre la Russia potrebbe produrre il farmaco in Italia, destinando 10 milioni di dosi entro luglio. In merito la scienziata ha lodato le tecniche all’avanguardia dei colleghi russi, ricordando però che il siero è stato ottenuto con procedure sconosciute all’Ue. Adesso quindi si attende la risposta dell’Ema, che sta studiando il dossier per una possibile approvazione a fine mese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui