Covid, in Brasile sanità al collasso: “Siamo una minaccia per l’umanità”

0

Situazione sempre più delicata quella legata all’emergenza Covid in Brasile. La sanità è vicina al collasso

covid brasile
Covid, numeri drammatici in Brasile e sanità al collasso (Getty Images)

Il Brasile rimane il secondo paese più colpito al mondo dall’emergenza Covid, secondo solo agli Stati Uniti. I sistemi sanitari della stragrande maggioranza delle metropoli sono ormai al collasso per via dei tantissimi nuovi ricoveri giornalieri. A renderlo noto l’Istituto Fiocruz, che ha lanciato l’allarme: più dell’80% dei posti letti sono occupati nelle capitali di 25 dei 27 Stati.

Nuovo record legato ai decessi registrato proprio oggi: 1972, mai così alto in sole 24 ore. In totale, sono oltre 266mila i morti e 11 milioni i positivi dallo scoppio della pandemia, e sembra essere destinato a crescere ancora di molto. L’Istituto Fiocruz ha avvertito che si va verso un sovraccarico e quindi collasso dei sistemi sanitari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> De Bertoldi (Fd’I) a iNews24: “McKinsey? Non vorremmo che dietro ci siano interessi poco chiari”

Covid in Brasile, epidemiologo: “Siamo una minaccia per l’umanità”

Aborto Bolsonaro
Il presidente Jail Bolsonaro predica calma e si lamenta con chi chiede restrizioni (photo Gettyimages)

Intervistato dall’agenzia di stampa Afp, l’epidemiologo dell’Istituto Fiocruz Jesem Orellana ha lanciato l’allarme. “La lotta al Covid è stata evidentemente persa nel 2020, e non vedo possibilità di invertire la rotta nella prima metà del 2021” le sue parole, alle quali ha aggiunto: “Credo che possiamo solamente sperare nel miracolo della vaccinazione di massa o in un cambiamento tempestivo nella gestione della pandemia“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid, zona rossa nel weekend: tutte le nuove regole in arrivo

Ad oggi, siamo una minaccia per l’umanità. Il Brasile è un laboratorio a cielo aperto dove l’impunità della gestione pare essere la normalità” ha poi concluso. Nonostante la situazione sia al limite, il presidente Jail Bolsonaro condanna i governatori locali che hanno imposto misure di quarantena e afferma: “La gente smettesse di lamentarsi“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui