Mondo di mezzo, processo d’appello bis: 10 anni a Massimo Carminati

0

Mondo di mezzo, è arrivata la sentenza nel processo d’appello bis: 10 anni a Massimo Carminati, quasi 13 anni a Salvatore Buzzi

mafia capitale buzzi gramazio
Massimo Carminati (Twitter)

Dieci anni all’ex Nar Massimo Carminati, 12 anni e 10 mesi a Salvatore Buzzi. Sono queste le due condanne più importanti inflitte nel processo di appello bis al cosiddetto ‘Mondo di mezzo’.

Una sentenza che arriva 18 mesi dopo quella della Cassazione che aveva annullato quella per gli imputati ai quali  era contestata l’associazione a delinquere di stampo mafioso. Secondo la Cassazione il sistema messo in piedi da Carmimati e Buzzi, considerati i due grandi manovratori, era una corruzione sistematica ma non mafia. Quindi il processo era da rifare e le eventuali condanne, che oggi so0no arrivate, da rimodulare.

drogava le amichette della figlia

Così nell’ottobre scorso è cominciato un nuovo processo per una ventina di imputati, tredici dei quali  hanno ottenuto di poter concordare la pena. All’ex consigliere regionale Luca Gramazio 5 anni e 6 mesi, a Franco Panzironi 3 anni e 6 mesi, a Fabrizio Franco Testa 5 anni e 6 mesi, ad Alessandra Garrone la (moglie di Buzzi) 2 anni 9 mesi e 10 giorni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Mafia Capitale: cade accusa di associazione mafiosa, arrivate le condanne

Nel settembre 2018, alla fine del primo processo di appello, Massimo Carminati era stato condannato a 14 anni e mezzo e Salvatore Buzzi a 18 anni e 4 mesi. Questo perché ad entrambi era stata riconosciuta l’aggravante di mafia, poi cancellata dalla Cassazione.

E adesso Cesare Placanica, difensore di Carminati, avanza l’ipotesi che il suol assistito possa non tornare più in carcere perché nella fascia che permette una misura alternativa. In effetti ha già trascorso 5 anni e mezzo di carcere preventivo. L’ex Nar era già uscito lo scorso mese di giugno dal carcere di Oristano e da allora ha l’obbligo di dimora nel comune di Sacrofano.

roma raggi
Virginia Raggi (Getty Images)

Salvatore Buzzi, nonostante la riduzione in termini numerici della condanna, ha annunciato subito che i suoi avvocati faranno ricorso di nuovo in Cassazione. Alla lettura della sentenza era presente anche la sindaca Virginia Raggi: “Mafia Capitale è stato uno dei capitoli più bui della storia della nostra Capitale. Dobbiamo garantire a Roma queste condizioni di legalità, trasparenza e regolarità. Veramente i romani lo meritano”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui