Matilda De Angelis, rivelazione drammatica: “Non se ne esce del tutto”

0

Matilda De Angelis ieri ha affiancato Amadeus nella conduzione della prima serata del Festival di Sanremo. A 25 anni è già una star internazionale, ma prima del successo ha sofferto tanto.

Matilda De Angelis nonostante la sua giovane età è un’attrice di successo che si è fatta conoscere e apprezzare grazie alla partecipazione nella Serie TV The Undoing, dove ha lavorato con attori hollywoodiani come Nicole Kidman e Hugh Grant. Oggi è una ragazza di successo e perfetta, ma fino a qualche anno fa non era così.

Come tanti ragazzi e ragazze della sua età, Matilda intorno all’età di 15 anni ha dovuto fare i conti con l’anoressia.“Era un modo drastico per dire ‘Sono qui, guardami’. Quando hai quindici, sedici anni è tutto molto drammatico. E rischi facilmente di non accettarti”, aveva affermato tempo fa l’attrice.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Sanremo 2021, scaletta seconda serata: ospiti d’eccezione

“Ho combattuto contro l’anoressia. Un modo di vedersi, di deformare la propria immagine che terrificante, e che ti porti dietro tutta la vita. Per anni non ne ho parlato, perché era troppo doloroso e perché ne sono uscita solo da qualche tempo… Oggi mi accetto, anche se forse non se ne esce mai del tutto”.

Matilda De Angelis, rivelazione drammatica: “Non se ne esce del tutto”

Oggi l’attrice sta meglio ed ha imparato ad accettarsi nel bene e nel male. Uscire dal tunnel tetro e oscuro dell’anoressia è stato difficile, ma come lei stessa ha ammesso possono esserci delle ricadute.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Lady Gaga, il dog-sitter: “Incontro ravvicinato con la morte” 

“Oggi cerco di dare importanza ad altre cose, piuttosto che puntare sul mio aspetto fisico. Ma non se ne esce mai del tutto. Comunque, la vittoria più grande è non giudicarsi. Accettarsi con i propri problemi e con le proprie schifezze”. Così chiosa Matilda De Angelis che con le sue rivelazioni potrebbe aiutare altri ragazzi che stanno vivendo la sua stessa esperienza.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui