Governo, Di Battista: “Tornare al M5s? No, nemmeno con Conte”

0

Governo, Di Battista chiude definitivamente ad un ritorno al M5s. Nemmeno con la presenza dell’ex premier Conte

governo di battista
Governo, Di Battista chiude ad un ritorno tra i Pentastellati (Foto: Getty)

Dopo l’ultima crisi di Governo, il Movimento 5 Stelle si è trovato completamente scisso a livello interno. Tra i “dissidenti” che hanno deciso di abbandonare la nave, Alessandro Di Battista. Poco fa, rispondendo alla domanda di un utente su Instagram, l’ex membro del partito ha chiuso definitivamente ad un possibile ritorno tra i pentastellati.

Rispetto totale per Conte, ma ho lasciato il M5s non per la sua assenza. Il motivo è la presenza al Governo con Draghi, Pd, Berlusconi, Salvini, Bonino, Brunetta, Gelmini e così via” ha spiegato Di Battista:Sapete bene che Conte l’ho sostenuto eccome, ma per me contano le linee politiche. Lo dico con la massima serenità, non ho nulla a che veder col partito che fa parte del governo dell’assembramento pericoloso“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Scuola, si va verso chiusura in zona rossa: la direttiva nel nuovo Dpcm

Governo, Di Battista dice no: il manifesto dei dissidenti

Giuseppe Conte
Con l’avvicendamento di Conte, possibile amnistia per i dissidenti (Getty)

Mentre Di Battista chiude definitivamente ad un ritorno al Movimento Cinque Stelle, i dissidenti del partito hanno presentato ufficialmente il loro manifesto alla Camera. “Noi nasciamo come opposizione a questo Governo. Il nostro desiderio è di essere inclusivi per tutte quelle persone dentro e fuori il Parlamento che non vogliono morire moderate” fa sapere il portavoce Andrea Colletti. Presente anche Pino Cabras, altro ex pentastellato che ha definito l’esecutivo come: “L’autobiografia di una nazione che è in declino. Non parteciperò a cose che abbiamo sempre combattuto“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Sanremo, niente passerelle e strade semideserte. Bonello (Confesercenti): “Abbiamo perso l’80% dei visitatori”

Intanto, nelle ultime ore si sta parlando con sempre più insistenza di un’amnistia in favore dei dissidenti. La manovra potrebbe avvenire insieme alla guida dell’ex premier Giuseppe Conte al movimento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui