Golden Globe, Laura Pausini sul tetto del mondo: la cantante premiata

0

Laura Pausini vince una delle statuine del 78esimo Golden Globe. La cantante premiata per la “migliore canzone originale” battendo Edoardo Ponti.

Golden Globe Laura Pausini
La cantante italiana premiata ai Golden Globe (Getty Images)

Alla prima nomina in assoluto per i Golden Globe, Laura Pausini riesce a portarsi a casa una statuina. La cantante di Faenza, con la sua “Io sì/Seen” ha vinto il premio come miglior canzone originale, battendo il connazionale Edoardo Ponti e la sua “La vita davanti a sé“. Il tutto durante la 78esima edizione dei premi consegnati che ha visto protagonista soprattutto la regista Chloe Zhao, la seconda donna a ricevere il premio dal 1984, grazie al suo film “Normland“. La regista ha commentato la sua opera descrivendola come “Un pellegrinaggio attraverso il dolore e la guarigione“.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Maria Teresa Ruta, imbarazzo in diretta TV: pubblico stupito – VIDEO

Una cerimonia particolare quella di quest anno, preceduta da tante polemiche e critiche, ma soprattutto slittata al 28 febbraio a causa della pandemia. Nonsotante ciò, lo show non si è fermato. Ancora una volta le host della serata sono state Tina Fey e Amy Poehler, le regine del “Saturday Night Live” show storico e di successo negli States. In questa edizione le due conduttrici sono state divise, una al Rainbow Room di New York, l’altra al Beverly Hilton Hotel a Los Angeles.

Golden Globe, premiata Laura Pausini: a Sasha Baron Cohen il premio più ambito

Ma il vero mattatore della serata è stato Sacha Baron Cohen, che con il suo Borat ha conquistato la statuetta più ambita ossia quella di miglior attore protagonista. Con un pizzico di polemica, Cohen ha ringraziato i giornalisti “tutti bianchi”, ricordando che tra gli 87 giudici non ce n’era uno di colore. Per prevenire la polemica, i giurati hanno deciso di consegnare i primi due premi agli attori Daniel Kaluuya e John Boyega. Scontato il premio postumo a Chadwick Boseman, star di Black Panther, premiato con la sua ultima interpretazione in Ma Rainey Black Bottom.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Michelle Hunziker rivela il suo dramma: “Ho avuto attacchi di panico”

Ma le polemiche sono continuate con il premio alla carriera per Jane Fonda. L’attrice dopo aver ricevuto la statuina intitolata a Cecil B. DeMille ha affermato: “C’è una storia che abbiamo paura di vedere su noi stessi. Una storia su quali voci vogliamo elevare e quali mettere a tacere, di chi ha un posto a tavola e chi resta fuori dalle stanze delle decisioni“.

Tra gli altri riconoscimenti, troviamo un Golden Globe a Jodie Foster come migliore attrice non protagonista per “The Mauritanian”. Poi il miglior film di animazione va a “Soul” e“Minari” miglior film straniero. A mani vuote invece David Fincher che con il suo “Mank” aveva ricevuto ben sei nomination.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui