Morto Danilo Rustici, il fondatore degli Osanna si è spento a 72 anni

0

All’età di 72 anni è morto Danilo Rustici, fondatore degli Osanna, dopo alcune complicazioni causate dal Covid-19

Danilo Rustici
Danilo Rustici

Si è spento a 72 anni il fondatore degli Osanna, Danilo Rustici, una delle band prog italiana più influenti di sempre. L’artista è morto all’Ospedale Cardarelli di Napoli per delle complicazioni causate dal Covid-19.

Ad annunciarne la scomparsa è stato il fratello Corrado, a cui ha fatto eco l’amico Lino Vairetti, co-fondatore della band. Pochi giorni fa era stato presentato il documentario Osannaples, girato da Deborah Farina, che ripercorre le orme del gruppo.

LEGGI ANCHE—> Covid, come cambia l’Italia dal 1 marzo: c’è la prima regione in zona bianca

La carriera di Danilo Rustici ed il ricordo di Vairetti

Nella sua carriera, Danilo Rustici ha contribuito alla realizzazione di importanti album, come L’uomo, Palepoli, Landscape of Life e Suddance. Dopo un periodo negli Stati Uniti, tornò in Italia per dare nuovamente vita agli Osanna insieme a Vairetti. Nel 2000, poi, l’ictus che gli impose lo stop. E’ stato attivo anche sul fronte politico come dirigente del partito marxista leninista.

LEGGI ANCHE—> Milano, ultimo week-end in zona gialla: risse e assembramenti

“La scomparsa di Danilo è per me davvero un grande dolore. Danilo era per me come un fratello e anche di più. Tra noi due c’è sempre stato un legame affettivo e professionale che ha creato non solo questa fratellanza, ma anche un connubio artistico di grande valore. Gli Osanna sono nati grazie a noi due che con caparbietà, e controtendenza al periodo in cui i gruppi elaboravano solo cover del grande rock anglosassone, abbiamo gettato le basi per inventarci un nostro percorso originale, con brani scritti da noi con tematiche culturali e musicali di grande valore artistico”. Così lo ricorda l’amico Vairetti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui