Bonus asilo nido, partono le domande: a chi spetta e come richiederlo

0

Sul sito dell’Inps è possibile fare richiesta del bonus asilo nido: a chi spetta l’incentivo e come richiederlo

bonus asilo nido
bonus asilo nido

La procedura per richiedere il bonus asilo nido è online. L’incentivo spetta ai genitori di figli nati, affidati o adottati, dal 1° gennaio 2016. Esso ha l’obiettivo di andare a sostenere le spese per l’asilo o supportare i bambini con meno di tre anni, affetti da gravi malattie.

Il valore del bonus è calcolato sull’Isee minorenni e prevede tre situazioni:

  • fino a 3.000 euro per le famiglie con Isee fino a 25.000 euro.
  • fino a 2.500 euro per le famiglie con Isee da 25.000 euro euro a 40.000 euro.
  • fino a 1.500 euro per le famiglie con Isee da 40.000 euro a salire.

LEGGI ANCHE—> Covid, Cts: “Scuole chiuse in zona rossa ed in aree con alta incidenza”

Bonus asilo nido, a chi spetta nel dettaglio

Inps Bonifico

Le domande possono essere presentate tramite il sito dell’Inps o presso i patronati. La richiesta per il contributo dovrà farla il genitore che sostiene l’onere e bisogna anche indicare le mensilità riguardanti i periodi di frequenza scolastica (tra gennaio e dicembre 2021) per cui si vuole ottenere il beneficio. I soldi vengono erogati a seguito della presentazione delle singole rette. La domanda per il contributo di forme di supporto domiciliare dev’essere presentata dal genitore convivente, il quale dovrà presentare anche un’attestazione del pediatra che dichiari l’impossibilità del bambino a frequentare la scuola.

LEGGI ANCHE—> Meteo, l’anticiclone cambia: questa domenica temperature in diminuzione

Per accedere alla procedura di richiesta del bonus, basta digitare nel motore di ricerca interno dell’Inps, “bonus nido”.

Nella domanda andrà indicato per quale dei due incentivi fare richiesta. Coloro che fanno richiesta per più figli, devono presentare una domanda singola per ognuno.

Per i genitori che abbiano già presentato la domanda nel 2020, la domanda verrà precompilata in base alle informazioni preesistenti.

Per accedere alla piattaforma occorre avere lo Spid, la CIE oppure un vecchio pin rilasciato dall’Inps (da ottobre 2020 non ne vengono rilasciati di nuovi).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui